EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Ami Assistance: “Assisteremo ad un forte incremento di coperture assicurative”

28/02/2020 08:54
"In questo momento sono tutti concentrati nel capire come gestire i clienti che hanno prenotato un viaggio o sono in partenza nelle prossime ore o giorni" - di Laura Dominici

Parla di “arresto violento” delle prenotazioni leisure Ami Assistance. “Fino a qualche settimana fa la riduzione riguardava soprattutto i viaggi con destinazioni Est asiatiche, ora con l’evolversi dei contagi anche in Italia e Europa il problema sembra aggravarsi con ovvie ripercussioni su tutta la filiera del leisure”, dichiara Gualtiero Ventura, presidente della società assicurativa.

La situazione che si è venuta a creare dovrebbe consentire l’incremento delle polizze assistenza e spese mediche, garantendo al cliente una copertura ampia e di accesso immediato. “Il nostro prodotto Doc 24, ad esempio, che permette di effettuare una web conference con il medico h24 sta avendo riscontri molto positivi anche nell’ottica di rassicurare il viaggiatore in partenza”, spiega Ventura, che se da un parte si aspetta una notevole riduzione del numero di persone che  viaggeranno nei prossimi due/tre mesi, dall’altra ritiene che vi sarà “un forte incremento delle coperture assicurative”.

In questo momento delicato e che tradizionalmente vede la definizione di vendite a margine per il settore quello che Ami Assistance si sente di poter garantire per supportare i tour operator, “sono i servizi e l’assistenza h24.  E’ per questo motivo che abbiamo messo in piedi un piano d’emergenza per evitare disservizi di qualunque genere e garantire l’assistenza ai nostri clienti h24 anche nel caso in cui le misure cautelative prese dal ministero e le aree rosse dovessero aumentare. E’ ovvio che in situazioni come questa servizi come Doc 24 (disponibile già dal momento della prenotazione del viaggio) o Care giver Assistance (gestione con servizi domiciliari per le persone parzialmente autosufficienti o non autosufficienti) garantiscono una tranquillità superiore al potenziale cliente del t.o. e può essere una efficace azione di marketing che  lo stesso t.o. può utilizzare per convincere il cliente o l’agenzia a comprare il pacchetto proposto”.  

Sulle domande che assillano il trade, Ventura commenta così: “In questo momento sono tutti concentrati nel capire come gestire i clienti che hanno prenotato un viaggio o sono addirittura in partenza nelle prossime ore o giorni. Ma sicuramente una delle domande più frequenti riguarda la posizione della compagnia sulla garanzia annullamento in relazione al Covid-19”.

Il presidente di Ami Assistance precisa inoltre: “Quello che possiamo dire è che ad oggi le epidemie sono tra le esclusioni previste in polizza, e dovrà essere direttamente il t.o. a rimborsare o riproteggere il viaggiatore. Sappiamo già di grandi t.o. che proprio nelle scorse ore hanno invitato i loro clienti provenienti da uno dei comuni inclusi nel decreto ministeriale del 23.2.2020 a non partire e a non presentarsi all’imbarco, ovviamente chiarendo che il viaggio si sarebbe potuto poi riprogrammare in altre date o che sarebbero stati pienamente rimborsati. Bisognerà poi capire se verranno stanziati fondi per supportare i t.o. nell’affrontare questi costi imprevisti.

Per agevolare il business delle vendite, la mossa è stata quella di “arricchire la garanzia assistenza con una nuova prestazione:  l’Emergenza sanitaria. Ovvero abbiamo deciso di offrire a chi si assicura con noi, un supporto pratico in questa situazione di emergenza. Infatti il cliente potrà contattarci e confrontarsi con il nostro staff medico presente h 24, che riceve costanti aggiornamenti direttamente dal ministero della Salute e che quindi è in grado di rispondere a qualsiasi domanda, in particolare riguardante il coronavirus”.

Laura Dominici


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us