EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Pagamenti digitali: la sfida è la riconciliazione dei dati

13/03/2020 08:33
Si lavora per rendere le soluzioni il più veloci possibili con processi frictionless per agevolare il viaggiatore. C'è chi pensa all’invisible payment - di Stefania Vicini

Riconciliazione dei dati in amministrazione. La sfida nell'ambito dei pagamenti digitali è questa. Il tutto in uno scenario dove le carte di credito personali e aziendali hanno sostituito il contante, per essere affiancate da tecnologie di ultima generazione. La tecnologia che ruolo gioca? E' amica?

E’ una dato di fatto che sia “sempre più presente, ma per certi versi non è friendly”. E' quanto afferma Anna Maria Lubrano, associate director - account development management AirPlus International. Secondo la manager “è amica per ottimizzare il tempo, dal punto di vista del privato ci fa stare insieme, ma per finta, è un essere sempre connessi, ma che non significa stare assieme. Ha reso possibile accorciare le attese, evitare le code in banca, tramite lo smartphone si possono fare tante attività in modo veloce. Per i pagamenti – fa presente - siamo abituati alle soluzioni tecnologiche dell’e-commerce dove deve essere tutto facile, veloce, non si aspettano più i tempi di una soluzione online”.

La richiesta del Bt

L’argomento più sfidante qual è? Secondo Lubrano la sfida vera per chi si occupa di queste soluzioni di pagamento è “riuscire ad accompagnare le aziende nella riconciliazione, avere un dato puntuale ed essere un partner in questo senso. Mentre per le banche il pagamento del bt è solo pura transazione per noi è un processo hand to hand integrandoci con tutti i player coinvolti in questo processo”. Cosa si deve fare? Secondo Lubrano la mossa è “essere sempre più avanzati a livello tecnologico, integrarci con tutti i player a valle e a monte del processo”. 
Concorda Mario Pepe, direttore finanziario GoWorld, nel momento in cui asserisce che “la richiesta principale dal Bt è semplificare il processo di riconciliazione. Stiamo proponendo soluzioni che consentano la massima riconciliazione agli impiegati. Le carte di credito sono accettate più o meno tutte, giocano un ruolo importante anche nella disintermediazione bancaria”, afferma il manager. Oggi succede che ci si lascia alle spalle “un modello di carta di credito esclusivamente bancario a seguito dei costi eccessivi che stanno dietro alle carte, che sono facilmente eliminabili usando altre soluzioni”.

I processi frictionless

Amazon o altre piattaforme per la prenotazione di hotel o grandi t.o. e adv hanno stimato che, “se il sito è lento, c’è un tasso di abbandono per gli acquisti pari al 75% - afferma Lubrano -. Si sta pertanto lavorando molto per rendere le soluzioni di pagamento il più veloci possibili con processi frictionless per agevolare il viaggiatore. E’ quello che sta cercando di fare AirPlus, studiando meglio il target di riferimento”. La travel policy, in teoria, può comprendere più forme di pagamento interconnesse tra loro. A tal proposito la società sta pensando “all’invisible payment” (ossia tutto ciò che non transita attraverso una carta fisica, ndr) annuncia la manager, rendendo il pagamento frictionless, appunto.

I costi 

A parlare di costi è Giorgio Galli, business developer Sap Concur Italia. Il manager osserva che “i costi diretti sono governabili in prima battuta attraverso una travel policy pertinente e il suo costante controllo, riuscendo ad identificare le aree di efficienza e andando verticalmente su queste”. In generale si può dire che “l’adozione di un sistema di self booking tool porta il 10-15% di saving. E’ importante pensare che le soluzioni di self booking tool oggi, da un lato danno uno strumento di booking aziendale per i dipendenti, dall’altro hanno una visione più aperta del mondo circostante”. Come si sa poi si deve fare i conti con il fenomeno della dispersione, ossia dei leachage, “ci sono utenti che tendono ad uscire dall’applicazione adottata dall’azienda per prenotare altrove, il che è una minaccia per il controllo di quanto speso ed un leachage relativo al processo”. Per ovviare a ciò i nuovi sistemi sono aperti anche all’integrazione con applicazioni terze.
Per Pepe “le aziende stanno in un processo di cambiamento, sono alla ricerca continua di saving. Noi abbiamo trovato terreno fertile per aprire il mercato del Bt – afferma il manager -. Ci sono tante pmi che lo approcciano in modo occasionale e disorganico”.
Quanto sono trasparenti le transazioni con carta di credito? “Mediamente il costo solo della parte di carta di credito è almeno 3-4 volte al mese superiore rispetto al costo di un servizio vero della prenotazione. C’è poca percezione sui costi reali”, afferma il manager.

Stefania Vicini

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us