EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

"Il turismo enogastronomico ritroverà i suoi spazi"

27/04/2020 15:38
"Molte cose non saranno più come prima", serve la capacità di cambiare e di sapersi riadattare. Il delivery è un esempio, dice Mauro Carbone, direttore ente Turismo Langhe Monferrato Roero - di Stefania Vicini

In Italia la creatività sta prendendo piede. Il che non ci sorprende, fa parte del nostro dna. Una creatività che si sta manifestando ancora più forte adesso a fronte del momento di emergenza che si sta vivendo. Ci sono, infatti, alcuni comparti del turismo, che stanno cercando di reagire, uno di questi è il settore del food, in particolare alcuni produttori che dimostrano flessibilità e idee originali. Per esempio sta prendendo piede la prassi di "ordinare le bottiglie di vino e fare anche un assaggio digitale con gli acquirenti e i sommelier - sottolinea Mauro Carbone, direttore dell’ente Turismo Langhe Monferrato Roero -, ma lo si fa anche con altri prodotti". Potrebbe essere una nuova strada per lo sviluppo della domanda per il turismo enogastronomico? Certamente potrà essere una carta vincente da giocare per restare accanto ai clienti, anche se in modo virtuale e stabilire una nuova forma di contatto. 

A tal proposito Antonio Pezzano, editor Officina Turistica, fa presente che in Germania hanno sposato la prassi del delivery. È quindi importante coltivare "i rapporti con i piccoli ambasciatori-produttori che fungono da tramite dell'italianità su un mercato che già conosciamo, è un progetto da poter coltivare".

Da qui la capacità di cambiare e di sapersi riadattare, sottolinea Carbone. In particolare "il delivery permette alle imprese di ristrutturarsi, la sfida si può vincere ricostruendo l'offerta - osserva il direttore - e mantenendo inalterata la qualità. La concorrenza maggiore? non è fare la guerra sui prezzi, ma garantendo una qualità che deve essere il più alta possibile". Questo il messaggio lanciato da Carbone durante il primo appuntamento (in versione digitale) di Food & Wine Tourism Forum, evento di aggiornamento e riflessione sulle sfide del turismo enogastronomico, organizzato dall’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero.

Il secondo appuntamento delle conference si terrà domani 28 aprile alle ore 11. Le principali tematiche riguarderanno i nuovi modelli di revenue, la delivery e le scelte coraggiose come ingrediente fondamentale per le ricette destinate a funzionare. A moderare anche in questo caso Mauro Carbone e Roberta Milano, direttore scientifico del F&WTF.

A tal proposito Milano sottolinea che l'evento del F&WTF recepisce "la sfida del turismo enogastronomico, collegando i due mondi, turismo ed enogastronomia. Con il forum vogliamo affrontare le sfide che il mondo ci prospetta, da qui il forum in digitale in quanto la sfida del covid è enorme e il tema della sostenibilità è al centro della Fase 2 e 3. Ora - prosegue Milano - sono tante le domande, c'è voglia di capire e le conference del martedì sono finalizzate a ciò. Dobbiamo reinventarci un futuro, ridefinire la parola turismo e convivialità".
Carbone non ha dubbi: "Il turismo enogastronomico ritroverà i sui spazi con molto coraggio da parte degli operatori, che hanno voglia di ripartire. Molte cose non saranno più come prima - osserva -, ma resterà la cultura enogastronomica del territorio e in qualche modo ripartiremo".

Stefania Vicini

 

 

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us