EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Turismo post-crisi? Tanto rumore per nulla

11/05/2020 15:59
Gli ad di Tripadvisor Steve Kaufer e di Booking Holdings Glenn Fogel ritengono che le dinamiche della travel industry rimarranno in gran parte intatte


Nonostante la crisi, gli amministratori delegati di Tripadvisor e Booking Holdings sostengono che le dinamiche sottostanti i viaggi rimarranno in gran parte intatte alla ripresa.

"Alla gente piace viaggiare - spiega il ceo di Tripadvisor Steve Kaufer -. È le generazioni più giovani stanno crescendo e cercano esperienze di viaggio. Quindi la domanda ci sarà".

Le prenotazioni di Booking hanno registrato un rapido aumento domestico in aprile mentre i viaggiatori hanno optato per sistemazioni alternative nella prenotazione di soggiorni con almeno due mesi di anticipo. E il ceo di Booking Holdings Glenn Fogel ha affermato che la sua compagnia è ben posizionata in tutto il mondo, e i viaggiatori, all'inizio della ripresa, optano vacanze domestiche.

Brian Chesky di Airbnb sostiene che l'industria dei viaggi avrà un aspetto molto diverso, ci sarà un'era di "ridistribuzione", i viaggiatori cercheranno soggiorni prolungati, favoriranno gli itinerari domestici e anche la natura del lavoro cambierà, perché i dipendenti non saranno "vincolati" alle città in cui hanno sede le loro aziende. Nonostante quanto sostenuto da Airbnb e altri attori nel settore dell’affitto a breve termine, né Fogel né Kaufer ritengono però il futuro significhi necessariamente un dominio alternativo sugli alberghi.

Fogel ha annunciato che l'offerta di alloggi nel lungo periodo "combacerà" con i livelli pre-pandemici, anche se potrebbe essere irregolare in alcune regioni durante il recupero, e Kaufer ha affermato che sarà ancora importante offrire ai consumatori la possibilità di prenotare sistemazioni alternative, ma non crede saranno avvantaggiati rispetto agli hotel.

Jordan Klein, amministratore delegato di Baird, ha sostenuto che durante un recupero gli hotel con vincoli di cassa potrebbero essere riluttanti a rivolgersi alle agenzie di viaggio online per avvicinare i consumatori perché è il canale di distribuzione più costoso.
Kaufer, tuttavia, ha affermato che gli hotel e le agenzie di viaggio online si appoggeranno ai metasearch di Tripadvisor in una ripresa, come hanno fatto dopo precedenti ribassi, e Fogel ha precisato che gli hotel potrebbero rinunciare a fare pubblicità per prenotazioni dirette in quanto a corto di contanti.

Negli ultimi due anni, le principali agenzie di viaggio online come Expedia Group e Booking Holdings hanno ridotto le loro spese di marketing in piattaforme di metasearch come Tripadvisor e Trivago. Kaufer prevede che gli hotel e le agenzie di viaggio online, come le prenotazioni di Fogel, saranno interessati ad accedere ai visitatori di Tripadvisor, e ci sarà una forte competitività.

Se per alcuni osservatori si possono prevedere grandi cambiamenti nelle dinamiche competitive dopo la ripresa, i due ceo hanno minimizzato tale prospettiva.
Fogel ha definito “frothy” (schiumoso) il momento “schiumoso” per fusioni e acquisizioni perché il rischio è molto più elevato. “Ma i grandi giocatori saranno ancora in giro. Saranno competitivi come in passato”.
Tripadvisor ha registrato una perdita netta di 16 milioni di dollari nel primo trimestre rispetto a un utile pre-pandemico del primo trimestre di 26 milioni nel 2019. I ricavi totali nel trimestre marzo 2020 sono scesi del 26% a 278 milioni.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us