EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

CaboVerdeTime: "Apriamo per dare prodotto alle adv"

25/05/2020 17:02
Pietro Dusi e Andrea Balzanelli illustrano la politica del t.o. tra voucher, sconti, agevolazioni e nuove norme messe in pratica - di Stefania Vicini

CaboVerdeTime ha definito la rotta. Una politica commerciale che viene incontro alle adv ed al cliente finale oltre alla scelta di riaprire al primo di agosto. 

Le iniziative e i voucher

Si parte con la gestione dei voucher, il t.o. ha sposato una "politica accondiscendente verso le adv - come l'ha definita oggi in videoconferenza Pietro Dusi, responsabile commerciale del tour operator -. Abbiamo optato per l'estensione della validità del voucher per le prenotazioni, portandola entro il 31 dicembre 2021, senza voler dare limitazioni eccessive. Abbiamo previsto degli interventi commerciali come per esempio la possibilità di cedere il credito del voucher, se il cliente non vuole più viaggiare, all'adv, che lo può utilizzare su prenotazioni per nuove partenze - spiega Dusi - e poi la possibilità di frazionare il valore del voucher. E' una gestione che abbiamo dato quasi subito", fa sapere il manager.
Come già anticipato da questa agenzia di stampa, il t.o. ha scelto di aprire in fase sperimentale il 1° agosto con la partenza del charter Blue Panorama da Bergamo per Sal, "come data ultima abbiamo fissato il 30 giugno in base al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti". E' stata valutata questa data perchè si pensa che sia un lasso di tempo accettabile per capire se la situazione ripartirà, così come ipotizzato dal t.o. Dal canto suo l'operatore conta su uno "zoccolo duro" che ha già.
"E' importante, con la speranza che le attività delle adv riescano a ripartire, fare una serie di interventi", che concretamente vogliono dire "nessun acconto fino a 20 giorni prima della partenza, la possibilità per il cliente finale di annullare la prenotazione fino a 20 giorni dalla partenza senza costi". Inoltre, per le prenotazioni dall'1 al 30 giugno è previsto uno sconto di 200 euro a pratica (sul totale pratica) per partenze che vanno da agosto fino al 17 ottobre". Che è il periodo sperimentale, appunto. Il tutto riguarda il Clubhotel Halos Casa Resort.
Il 24 ottobre è, invece, la data ufficiale di riapertura al 100%, nel caso non si dovessero verificare le condizioni poste per la riapertura di agosto. La struttura è a gestione diretta e di proprietà, in virtù dell'analisi della domanda, viene proposta in all inclusive, ma anche in only bed, con la formula nuova Sal in libertà. Ha dalla sua una serie di caratteristiche che la fanno essere il prodotto giusto per la situazione contingente. Per esempio il servizio only bed può avere anche il servizio in camera, "l'ospite dice cosa desidera mangiare - spiega Andrea Balzanelli, direttore del Club Hotel Halos Casa Resort e coordinatore sull'isola -, senza alcun supplemento. Questo servizio vale anche per gli ospiti della formula all inclusive".

La sfida

La decisione dell'apertura al 1° di agosto è stata presa in quanto Sal è covid-free, non ci sono stati casi di contagio, pertanto il t.o. pensa che possa ritagliarsi uno spazio importante al di là del Mare Italia, ma non solo. Parlando con le agenzie Balzanelli ha percepito la "necessità di avere prodotto, questa nostra sfida è per poterglielo dare, da parte nostra è un bello sforzo, ma nel nostro piccolo ci stiamo mettendo in gioco, forti del fatto di avere alle spalle un gruppo ben strutturato su Sal. Stiamo organizzando anche dei webinar per le adv, ne faremo tanti - annuncia - fino adesso non li abbiamo ancora realizzati in quanto non c'erano le regole, ora ci sono e le comunicheremo".

Le regole della ripartenza

Come già in parte anticipato l'operatore è pronto a riaprire nel rispetto delle nuove normative, quali il "distanziamento in spiaggia - esemplifica Balzanelli -, cosa che a Sal non è difficile visto che ci sono 9 km di spiaggia, il nostro staff è all'opera per attrezzarsi per accogliere gli ospiti. Io sarò personalmente in loco dal mese di luglio. Tra le misure adottate non ci sarà il buffet, ma ci sarà il buffet servito, il che farà sì che non si rinuncerà alla qualità e quantità di sempre. L'animazione sarà più distanziata - prosegue il manager -, saranno rispettate le norme igieniche (mascherina, guanti, gel), quanto al check-in i clienti arrivano che lo hanno già fatto pertanto possono recarsi direttamente in camera senza passare dalla reception". Sul fronte spostamenti il t.o. è dotato di automezzi propri, e altri li ha acquistati, aumentando così l'offerta. "In hotel ci saranno delle lampade Uv germicide e dei dispositivi per il controllo della temperatura". 

Sono stati fatti degli investimenti per quanto riguarda la spiaggia, "ne abbiamo acquistato un altro pezzo - fa sapere il manager - potremo così avere i lettini a 4-5 metri di distanza. Abbiamo previsto anche nuovi gazebo per la zona ombra e un ristorante sulla spiaggia di grande capienza, inoltre, abbiamo aumentato la capacità del ristorante centrale con una nuova terrazza. Credo che non avremo bisogno di fare i turni, potendo garantire comunque il distanziamento".

Ovviamente anche il riempimento della struttura sarà ridotto, sarà al 50-60%, il t.o. non ha necessita di riempimento al 100% e dichiara che non aumenterà i prezzi, "vogliamo dare un segnale di rilancio, non vogliamo fare cassa e possiamo tenere delle tariffe competitive, anzi faremo degli sconti ulteriori", dice Balzanelli.
L'obiettivo è salvaguardare sempre la distanza "tra gli appartamenti (che sono di 55 metri quadri), che saranno ionizzati e dotati di lampade germicide". Il manager si sofferma poi sull'animazione, che prevederà un programma ad hoc nel rispetto delle nuove norme, con il distanziamento per le attività sportive e gli spettacoli. "Per nostra fortuna abbiamo fatto il palco nuovo nella zona piscina, tutte le camere vi si affacciano, pertanto si potrà vedere gli spettacoli direttamente dalla propria camera".
Per quanto riguarda il mese di agosto Dusi parla di un riempimento del 10-15%, con circa una trentina di persone prenotate. "Le richieste ci sono per agosto, abbiamo anche un gruppo per metà settembre. Se si vuole si può prenotare anche il solo volo".
Non mancano le inziative commerciali anche per le altre strutture, per esempio per il Melià si sta valutando il prenota prima, per il Robinson la miglior tariffa disponibile e per l'Hilton la proposta full board per il periodo agosto-dicembre, con tariffe vantaggiose ad hoc per il nostro mercato. Le tre strutture riaprono dal 15 giugno e sono prenotabili. 

Stefania Vicini

 

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us