EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Tci: estate “a casa” tra mare e monti

09/06/2020 18:30
Dalla ricerca del Touring Club nella propria community, emerge che la maggior parte degli intervistati sceglierà l'Italia per le vacanze, in primis al mare (46%) ma anche in montagna (30%)

Dopo la pandemia e le relative restrizioni, il Touring Club ha svolto una ricerca per capire il sentiment degli italiani rispetto alla prossima estate. Dall’indagine sulla community emerge innanzitutto che il 71% andrà in vacanza la prossima estate: l’Italia è la scelta preferita dal 94% degli intervistati che, per il 46% sceglieranno il mare, mentre per il 30% passeranno le vacanze in montagna. Borghi e città d’arte saranno scelti dal 9% e dall’8% degli italiani.

E’ il Bel Paese, da sempre la metà preferita delle vacanze estive degli italiani, a farla davvero padrone quest’anno: se di solito il rapporto Italia-estero espresso dalla community era di circa 60-40, nell’estate 2020 si registra una polarizzazione molto più forte: il 94% infatti sceglierà una destinazione domestica rispetto a una quota residuale (6%) che andrà all’estero. L’appello lanciato dal Touring, attraverso la campagna “Passione Italia”, ha dato dunque i suoi frutti.

Certamente la ripresa dopo la pandemia ha avuto un forte impatto sulle preferenze degli italiani: se il mare resta irrinunciabile in estate (46%), raccoglie un gran numero di preferenze la montagna (30%) - lo scorso anno era stata scelta solo dal 17% delle persone - mentre crollano le città d’arte che passano dal 23% del 2019 all’8% di quest’estate: molto probabilmente il timore dell’overtourism scoraggia buona parte dei visitatori. Altro dato significativo è che le aree interne con i loro borghi registrano un gradimento elevato: 9%, rispetto al 6% dello scorso anno, un dato che per la prima volta supera quello delle città d’arte.

La maggioranza degli italiani punta a luoghi poco affollati per le vacanze 2020 (76%): le abitudini si adeguano quindi alla situazione contingente, ma senza particolari preoccupazioni. Solo il 24%, infatti, verificherà se nei dintorni della località di vacanza ci sono strutture sanitarie e il 48% dichiara che si baserà sull’indice di contagio regionale per decidere dove andare.
 

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us