EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Confesercenti, Federalberghi e Federturismo: meno tasse, più sostegno al lavoro

24/06/2020 10:10
Alla tavola rotonda che li coinvolge le prospettive disegnate dalle associazioni di categoria - di Letizia Strambi

“Dalla gestione dell'emergenza programmazione del futuro”: questo il tema della tavola rotonda organizzata da Fratelli d’Italia che dà il quadro di una débâcle cui le imprese hanno cercato di dare una prospettiva. A fare il bilancio è Claudio Bianchi, presidente Confesercenti: “Abbiamo perso 3,5 miliardi di fatturato e non abbiamo visto nulla”.  Giuseppe Roscioli, presidente Federalberghi Roma e Lazio, cerca prospettive: “Per noi il lockdown non è finito, noi siamo fermi, lo stanziamento che riguarda il turismo è di 4 miliardi di cui la metà è dedicata al provvedimento buoni vacanza che non è per noi albergatori, non è per il turismo, ma per le famiglie, quindi, per il turismo, nella sua totalità sono stati stanziati  solo 2 miliardi di euro”. “Secondo i dati Iata – prosegue Roscioli – torneremo al volato 2019 nel 2023, quindi si comprende che il turismo deve per forza avere provvedimenti non solo immediati, ma anche a medio e lungo termine”. Il neo eletto vicepresidente di Federturismo Stefano Fiori avverte invece sull’urgenza della tenuta occupazionale. “Chiuderanno soprattutto molte piccole imprese i cui lavoratori sono decisivi”. “Bisogna andare oltre la cassa integrazione per avere sostegno con la decontribuzione, e il fondo perduto va esteso a imprese il cui fatturato superi i 5 milioni di euro”.

La salvaguardia della liquidità è centrale per tutte e tre le associazioni. Per Federalberghi sarebbe auspicabile la trasformazione in tassa di scopo della tassa di soggiorno, per Federturismo un anno bianco per le tasse, e una promozione orientata a settori turistici che soffrono particolarmente: quello delle città d’arte, il turismo del lusso e degli eventi. “Tuttavia – conclude Fiori – a prescindere da quello che accadrà, come imprenditori abbiamo il dovere di essere resilienti”.

Letizia Strambi


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us