EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Mice: Parigi pronta a ripartire in sicurezza

02/07/2020 16:45
Si tratterà però di una ripresa graduale per la capitale francese, con un ritorno alla normalità per i voli internazionali prevista soltanto per il 2024 - di Gwen Marletta

Secondo le stime illustrate da Pablo Nakhlé Cerruti, Ceo di Viparis Holding, la capitale francese é stata costretta a cancellare o posporre almeno 300 eventi considerando le misure restrittive introdotte il 9 marzo e in vigore fino al 31 agosto.

“Solo un terzo delle fiere e delle conferenze sono state posposte all’autunno 2020 o al 2021, ma bisogna cominciare a riproporre la destinazione - afferma Cerruti - contando che il mercato business a Parigi frutta intorno ai 5.5 miliardi l’anno, più o meno gli introiti previsti per le Olimpiadi 2024”.

Per assicurare una connessione efficace e sicura con Parigi il gruppo Adp, rappresentato dal suo Deputy Ceo Edward Arkwright, si impegna a fornire misure di sanificazione ad hoc, segnaletica, obbligo di mascherina e altre procedure. “Per ora l’aeroporto di Orly sta garantendo il transito a 150 voli, più o meno il 20% delle attività normali”, chiarisce Arkwright. I voli per ora collegano 14 Paesi dell’area Schengen senza il rischio di periodi di quarantena per i passeggeri e l’aeroporto si sta muovendo per ampliare il numero di destinazioni a cui offrire connessioni. “Prevediamo una ripresa graduale, con un ritorno alla normalità per i voli internazionali prevista per il 2024” conclude.

In rappresentanza del settore alberghiero interviene Franck Gervais, Ceo di AccorHotel Europe, la catena alberghiera conta 3000 hotel in Europa e 400 solo a Parigi. “Accor ha deciso di superarsi. Non solo essendo all’altezza degli standard di sicurezza ma andando oltre”, specifica Gervais. La catena prevede infatti corsi di aggiornamento per il personale, prodotti specifici e maggiore frequenza per assicurare pulizia e igiene nei propri ambienti e una speciale partnership con Axa per fornire ai propri clienti un’eventuale assistenza medica gratuita. “Non dimenticheremo però il tocco speciale di Parigi, infatti investiremo anche in una migliore customer care per coniugare sicurezza e ospitalità”, conclude Gervais, ricordando l’obiettivo comune: fornire la miglior esperienza possibile nel rispetto delle norme di sicurezza.

Gwen Marletta


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us