EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Terme in sicurezza: nasce il tavolo di lavoro Uni e Federturismo

16/07/2020 08:54
E' il progetto di prassi di riferimento sulle linee guida relative alle misure per il contenimento del rischio contagio, realizzato in collaborazione con Federterme

Relax, spa e terme convivono con le norme anti covid, frutto della collaborazione tra Uni Ente Italiano di Normazione e Federturismo, che hanno costituito un tavolo di lavoro in materia di “Sicurezza da covid-19 del comparto turistico”, è il progetto di prassi di riferimento sulle linee guida relative alle misure per il contenimento del rischio di contagio in strutture termali e ricettive eventualmente annesse, realizzato in collaborazione con Federterme.

Il progetto, in fase di consultazione pubblica da oggi fino al 28 luglio, fa parte della serie di documenti tecnici contenenti le linee guida per il settore turistico applicabili a diversi ambiti specifici elaborati dal tavolo di lavoro Uni e Fedeturismo, tra i quali quelli dedicati ai villaggi turistici, ai campeggi, agli impianti di risalita e ai parchi divertimento.

La futura Prassi di Riferimento ha l’obiettivo di definire le linee guida sulle soluzioni da attuare nelle strutture termali e strutture ricettive eventualmente annesse a tutela della sicurezza dei lavoratori ed utenti, riducendo il rischio di contagio da covid-19 e garantendo l’erogazione del servizio in conformità alle disposizioni legislative vigenti.

Sono misure e possibili soluzioni generali che possono essere personalizzate a seconda delle condizioni ambientali e logistiche di ogni struttura sulla base di una corretta valutazione dei rischi.

Come tanti altri luoghi dedicati al tempo libero con amici e in famiglia, anche le strutture termali e quelle ricettive annesse stanno riaprendo adottando - a causa dell’emergenza - le disposizioni e le precauzioni per garantire il massimo grado di sicurezza ai propri visitatori, ma anche ai propri lavoratori.

Per venire incontro a queste esigenze, la futura prassi definisce le misure generali in termini di organizzazione e gestione del personale e di fruizione da parte dei clienti. In primo luogo, il datore di lavoro può costituire una Covid Unit, coordinata da un responsabile Covid Surveyor, incaricata di attuare, aggiornare e verificare le linee guida di contenimento del virus e di informare, insieme alla struttura organizzativa, tutti i lavoratori circa le misure di prevenzione attuate nella struttura. Per quanto riguarda gli utenti che accedono agli spazi, devono presentarsi con una propria mascherina chirurgica, in caso di danneggiamento o smarrimento sarà la struttura a fornirne una sostitutiva. Oltre alla prenotazione obbligatoria sarebbe bene che la struttura istituisse un’intervista di pre-accettazione contenente domande circa l’eventuale presenza di sintomi, tramite telefono, modulo online o app.

Focus della PdR è la specifica delle soluzioni da attuare per ogni tipologia di terapia che può essere offerta dalla struttura, dalle terapie inalatorie, alla fangobalneoterapia, alla massoterapia a quella idroponica ai percorsi vascolari, considerando tutti gli spazi comuni tra piscine termali, palestre riabilitative, saune e bagni turchi e centri benessere.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us