EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Nicolaus: "Potenziale di riempimento a agosto ottimo"

05/08/2020 12:48
Anche il mese di luglio si contraddistingue come molto positivo. Importante il lavoro fatto a livello di prodotto: il 98% sull'Italia è stato riaperto - di Nicoletta Somma

"E' stato fatto un lavoro importante a livello di prodotto con gli albergatori nella preparazione della gestione e la decisione di ricominciare a maggio è stata significativa. Il 98% sull'Italia è stato riaperto, tranne nuovi prodotti in costruzione che sono andati un po' lunghi". A parlare è Gaetano Stea, direttore prodotto Gruppo Nicolaus. Un prodotto, sottolinea il manager, "messo sul mercato a disposizione delle agenzie, che rappresentano il primo canale di vendita e sono artefici del nostro fatturato, insieme alla qualità che ci contraddistingue".

Se ci si pensa, commenta Stea, "il prodotto da banco è saltato tutto: i viaggi di nozze, le crociere, il lungo e il medio raggio. L'Egitto è ancora fermo, così come la Tunisia e la Turchia che stavano riprendendo - afferma il direttore -. Le agenzie sono messe sotto stress, non solo dal punto di vista finanziario, ma anche perché hanno dovuto spiegare cose nuove, per esempio con la questione voucher. Sono state in trincea e noi abbiamo scelto di stare al loro fianco".

Tralasciando il medio raggio, che segna "un 100% in meno, eccetto la Tunisia che stiamo ancora cercando di spingere, in Italia viaggiamo su criteri interessanti - spiega Stea -, con il 70-75% come numero di camere a disposizione. Il potenziale di riempimento di agosto è ottimo e a luglio è molto buono". Il manager ricorda che il gruppo è "stato il primo operatore ad accettare i buoni vacanza e siamo stati a fianco di Astoi nei necessari chiarimenti per far rientrare gli stessi in agenzia. A oggi siamo a circa 2.000 buoni processati". 

Ma quali sono le aspettative attuali? Sono cambiate rispetto alla strategia iniziale? "Moltissime volte abbiamo dovuto rifare i planning - risponde il direttore prodotto -. Ora ci muoviamo con una valutazione più precisa del budget. Avevamo fatto grandi investimenti in Egitto, Tunisia e Turchia, c'erano anche le Maldive e Zanzibar, erano stati realizzati due cataloghi, forse i migliori della nostra storia, con tantissimo prodotto. Non è facile fare previsioni per l'autunno, molto dipenderà dai dati epidemiologici. Bisogna viaggiare con prospettive più corte, valutando di volta in volta. Quanto meno riconfermeremo quello che c'era". 

Da più parti si è invocato un allungamento della stagionalità, sottolineiamo. "Lo determinerà la richiesta di mercato. Un punto a favore è rappresentato dal fatto che le scuole in certe regioni avranno un inizio posticipato e in più con il bonus vacanze i prezzi saranno calmierati. Il lato negativo sono le elezioni, in molti casi doppie e solitamente le tornate elettorali frenano. Noi ci puntiamo, vedremo la domanda".

Nicoletta Somma


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us