EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Eurocontrol: "L'Europa perderà 6 milioni di voli"

15/09/2020 10:02
Sono le stime tracciate tra settembre 2020 e febbraio 2021 a fronte del fatto che le prenotazioni aeree per i prossimi mesi sono molto basse

Eurocontrol rivede al ribasso le stime sul traffico aereo europeo fino a febbraio 2021, prevedendo che il numero totale di voli in Europa sarà inferiore del 55% rispetto al 2019, un calo di 6 milioni di voli o un'ulteriore riduzione di 1 milione sui voli europei rispetto a quanto precedentemente pianificato, a causa dell'impatto delle nuove restrizioni, dell'approccio non coordinato e dell'incertezza sul covid-19, si legge su fonti di stampa estere.

"Stiamo tornando indietro ed è davvero preoccupante per l'intero settore", ha commentato Eamonn Brennan, direttore generale dell'organizzazione, avvertendo che le previsioni potrebbero peggiorare anche se gli Stati continueranno a imporre restrizioni generali e misure di quarantena, che stanno ponendo fine all’industria dei viaggi e del turismo”. Le prenotazioni aeree per i prossimi mesi sono molto basse.
Brennan ha anche evidenziato l'attuale mancanza di coordinamento tra gli Stati membri dell'Unione europea su come gestire i viaggi aerei nonostante i buoni orientamenti dell'Agenzia europea per la sicurezza aerea (Easa) e del Centro europeo per il controllo delle malattie Contagioso (Ecdc).

Al 13 settembre il traffico aereo è in calo del 53% rispetto allo stesso periodo del 2019, il dato è inferiore di 13 punti percentuali rispetto alla precedente previsione tracciata da Eurocontrol (-40%) per l'intero mese di settembre.

Gli scenari possibili

Tenendo conto di tali aspetti si ha la probabilità che gli Stati non mantengano un atteggiamento coordinato nella loro risposta ai viaggi aerei internazionali. La domanda passeggeri per voli leisure e business resti bassa a causa dell'incertezza e dell'imprevedibilità causata dalle restrizioni e misure di quarantena legate alla pandemia. Le compagnie aeree ridurranno ulteriormente la capacità in risposta al crollo delle prenotazioni. Inoltre, il ripristino delle operazioni intercontinentali rimane molto limitato.

Sulla base di tali fattori, si stima una perdita totale del settore in Europa di circa 140 miliardi di euro di entrate durante il 2020, rispetto alla perdita di 110 miliardi di euro calcolata nel rapporto del 24 aprile.

Da Eurocontrol si fa presente che “c'è molta confusione e poca fiducia tra i passeggeri. Lo scenario potrebbe migliorare se ci fosse un maggiore coordinamento tra i governi sul modo migliore per gestire i viaggi aerei attraverso test armonizzati e criteri di valutazione epidemiologica comuni". A tal proposito, si esorta ad adottare le proposte di armonizzazione della Commissione Europea.
Infatti, in risposta alla pandemia in Europa da metà agosto, gli Stati hanno imposto una serie di restrizioni non coordinate, quarantene e test, spesso annunciate con brevissimo preavviso. “Questo approccio scoordinato ha creato molta confusione ed eroso la fiducia dei passeggeri”.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us