EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Nel nuovo piano nazionale aeroporti scenari e politiche da qui al 2035

17/09/2020 09:38
Nicola Zaccheo, presidente uscente di Enac, ha presentato alla ministra De Micheli le linee guida. I punti chiave confermano quanto previsto dal piano del 2010

Nicola Zaccheo è il presidente uscente di Enac, dopo il parere delle commissioni parlamentari, sarà alla presidenza dell’Autorità di regolazione dei trasporti (Art). Il Sole-24 Ore lo ha intervistato per fare il punto su quelli che sono i suoi programmi futuri, in base al nuovo incarico.

Enac dovrà fare i conti con tre punti fondamentali l’emergenza covid per aeroporti e compagnie, la trasformazione in ente pubblico economico e il nuovo piano aeroporti. In merito a questo ultimo punto il nuovo Piano nazionale aeroporti dovrà definire scenari e politiche da qui al 2035. Il nodo non facile da sciogliere è comprendere se e quando torneranno i trend pre-Covid, sulla base dei quali si prevedeva un traguardo di 300 milioni di passeggeri. A quanto dichiarato dal manager, “restiamo convinti che si tornerà a crescere a quei ritmi e con quell’obiettivo, ma abbiamo shiftato tutto di cinque anni”.

Zaccheo ha presentato alla ministra dei Trasporti e Infrastrutture, Paola De Micheli le linee guida del nuovo piano. I punti chiave confermano quanto previsto dal piano del 2010.

In merito a Fiumicino, Zaccheo è a favore della quarta pista “che consentirà di depotenziare e poi restituire al territorio la prima pista, quella più vicina al mare, con un notevole beneficio ambientale”.
In Art il manager sarà impegnato su due fronti i nuovi piani economico-finanziari delle concessionarie autostradali e il completamento della regolazione economico-tariffaria negli aeroporti, scrive il Sole.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us