EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Discover Italy, la ripresa passa dall’identità territoriale

18/09/2020 09:33
Palpabile soddisfazione di seller e buyer. Successo pieno per il primo evento b2b nazionale dedicato all’offerta turistica italiana post lockdown - di Paola Olivari

Unicità, eccellenza, esperienzialità, sostenibilità. È questo il poker vincente per stimolare la ripresa del turismo nazionale. È quanto emerso in occasione della quarta edizione di Discover Italy, svoltosi in Liguria, nella suggestiva cornice dell’ex Convento dell’Annunziata di Sestri Levante, il 16 settembre.

Fortissimo, nella giornata densissima di interazioni, il sentiment di desiderio di “fare”, di lasciarsi alle spalle il lockdown e di riprendere la via verso una normalità che sarà comunque, inevitabilmente, contrassegnata da cambiamenti epocali. Denominatore comune dell’offerta è un outdoor lento, colto, interessato al lifestyle, capace di valorizzare le risorse del territorio senza depauperarle, un approccio rispettoso e sostenibile, di grande valore aggiunto, che nelle diverse regioni della Penisola trova declinazioni sempre diverse grazie all’inestimabile patrimonio storico e naturalistico. Ecco, allora, che i seller hanno proposto a buyer italiani e stranieri un’Italia declinata, oltre che nelle mete classiche balneari e montane dall’attrattiva evergreen, anche in borghi, cantine, sentieri, piste ciclabili, prodotti enogastronomici, biodiversità ed esperienze fortemente identitarie del territorio.

Discover Italy 2020 è stato il primo evento b2b di carattere nazionale dedicato all’offerta turistica italiana post lockdown e la palpabile soddisfazione degli operatori durante gli incontri rappresenta un’iniezione di fiducia per tutto il comparto. Apprezzata anche la formula “ibrida”, necessaria innovazione, che ha consentito a quella parte di domanda ancora vincolata dalle misure di sicurezza anti Covid-19 di essere comunque coinvolta e attiva.

Buyer provenienti da Norvegia, Danimarca, Gran Bretagna, Germania, Francia, Ucraina, Spagna, Stati Uniti, Belgio, Slovacchia, Ungheria e Olanda, in presenza, hanno partecipato anche a pre e post tour alla scoperta di alcuni territori liguri e piemontese, mentre i loro colleghi di Israele, Austria, Ungheria, Stati Uniti, Canada, Russia, Turchia e Ucraina hanno incontrato l’offerta in modalità virtuale, soluzione estremamente efficace e propositiva grazie anche a un collegamento impeccabile.

Positivi i commenti dei partecipanti, che hanno apprezzato la selezione, l’approccio realmente business oriented e il perfect matching tra domanda e offerta. I lavori sono iniziati nel pomeriggio di martedì 15 settembre con un appuntamento con Giorgio Palmucci presidente di Enit, supporter di Discover Italy, nel corso del quale sono stati presentati ai buyer stranieri i dati aggiornati relativi al mercato italiano.

“Il contributo diretto del turismo all'economia italiana nel confronto internazionale in termini economici - ha spiegato - diminuirà di -2,6 punti percentuali nel 2020, il 3,2% del Pil, rispetto al 2019 (5,7% del Pil). La flessibilità della nostra offerta, merito della capacità dei nostri operatori, ha compensato parzialmente la riduzione dei flussi stranieri".

“Abbiamo riportato fisicamente i buyer internazionali in un workshop dopo il fermo forzato. Questa è una grande soddisfazione e l’auspicio sia l’inizio del ritorno alla normalità. Abbiamo lavorato con impegno per mantenere alta la qualità e costruire l’evento sulle esigenze dei settore”, ha aggiunto Paolo Bertagni, presidente di Givi Srl.

Tra i seller, rilevante la presenza istituzionale - Regione Lombardia, Regione Liguria, Regione Piemonte, Regione Toscana, Camera di Commercio di Pisa -, partner dell’evento i Comuni di Sestri Levante, con Mediterraneo Servizi, Chiavari e Lavagna e Alitalia vettore ufficiale.

Dopo il sold out dell’edizione appena archiviata, sono già ottime le prospettive per la prossima edizione di Discover Italy, che si svolgerà il 16 aprile 2021.

Paola Olivari


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us