EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Il prodotto Italia tra le mosse di King Holidays

29/09/2020 08:33
L'outgoing resta il core business del t.o. che è in attesa delle riaperture delle frontiere extra Ue dal 7 ottobre in poi per promuovere una serie di prodotti - di Stefania Vicini

King Holidays sta facendo alcuni ragionamenti in termini di programmazione. Il t.o, che non si è mai fermato, durante l'estate ha venduto le sue destinazioni di punta, cioè Portogallo, Azzorre, Spagna, Malta "che comunque, malgrado le disposizioni governative sui tamponi, non hanno arrestato totalmente la voglia di vacanze dei nostri clienti", dichiara a Guida Viaggi Barbara Cipolloni, product manager King Holidays. La manager segnala anche "molte richieste sull’Italia, in particolare la Sicilia, che hanno destato il nostro interesse in una futura programmazione sul territorio nazionale". Ed è qui la novità su cui il t.o. sta riflettendo. 

"Stiamo valutando la distribuzione del prodotto Italia anche sul mercato agenziale italiano - annuncia la manager -. King Holidays ha una vasta contrattazione Italia per il settore incoming, potremmo sfruttare questa potenzialità con proposte di itinerari alternativi", seppure il core business del t.o. resti sempre il settore outgoing.

Tra le altre mosse, non mancano gli investimenti sul fronte della digitalizzazione, ambito in cui il t.o. prevede un rilancio del sistema di prenotazioni online b2b, con conseguente aggiornamento del sito b2b2c e possibile sviluppo di una app King Holidays.

Quali sono quindi i piani per l’inverno? "Abbiamo proposte sui citybreak in Europa, alcuni tour individuali e di gruppo su Spagna e Portogallo, proposte di tour su Cipro, proposte di tour invernali in Scandinavia (fermo restando la revisione delle procedure d’ingresso) - elenca la manager -. Siamo in trepida attesa delle riaperture delle frontiere extra Ue dal 7 ottobre in poi per promuovere prodotti come Marocco e Giordania, Israele, Turchia, Emirati Arabi e Medio Oriente, Oceano Indiano (Maldive, Seychelles, Mauritius) e per l’estremo Oriente Sri Lanka e Indocina (Thailandia, Vietnam, Cambogia, Myanmar)". A suo dire sarà più lenta la ripresa della domanda e dell’offerta su India, Cina e Giappone e sulle destinazioni del Sud America.

E le adv? Al momento nessuna rivisitazione del contratto commerciale in vista, il t.o. lavorerà su campagne spot d’incentivazione agenziale. Per un approfondimento dell'argomento rimandiamo al numero 1593 di Guida Viaggi.

Stefania Vicini

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us