EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Per le aziende altre 6 settimane di Cig

28/10/2020 11:08
Sono 460mila le attività provate dalle nuove misure emanate dal governo. Prevista una nuova indennità una tantum da 1.000 euro per i lavoratori stagionali del turismo

Sono 460mila le attività provate dalle nuove misure anti-covid emanate dal governo. Sul fronte ristori si parla di contributi a fondo perduto raddoppiati, o quadruplicati in alcuni casi, con un tetto massimo a 150mila euro, per sostenerle le suddette attività, oltre al blocco dei licenziamenti fino a gennaio, legato ad altre 6 settimane di Cig, si legge su Ansa. 

Tra le misure ci sono anche nuove indennità per stagionali e precari dello spettacolo, dello sport e del turismo, un nuovo pacchetto giustizia, il rinvio delle elezioni comunali del 22 e 23 novembre al prossimo anno e alcune misure sanitarie, i tamponi e il tracciamento dei contatti.

Parlando di cifre, con il decreto 'Ristori' il governo stanzia altri 5,4 miliardi per l'emergenza, come riporta la fonte, e come anticipato in questi giorni, si tratta di risorse recuperate tra i capitoli di spesa inutilizzati. Guardando nel dettaglio, il grosso delle risorse va alla proroga della Cig, alle nuove indennità e al bis per i ristori a fondo perduto (circa 4 miliardi complessivi), un miliardo a turismo, cultura e spettacolo.

A quanto si legge sono previsti aiuti a fiere internazionali, a manifestazioni e congressi del mondo della cultura, oltre a risorse specifiche per agenzie di viaggio, tour operator e guide turistiche.

Quanto ai ristori, è stato confermato che, chi lo ha già avuto, sarà automatico e arriverà con bonifico sul conto corrente da parte dell'Agenzia delle entrate "entro il 15 novembre". Per gli altri l'Agenzia riaprirà il canale per le istanze e il ristoro dovrebbe arrivare entro la metà di dicembre. Le quote saranno "differenziate" in base al settore economico. 

In merito agli aiuti ai lavoratori, sono previste altre 6 settimane di Cig a carico dello Stato da utilizzare da metà novembre a fine gennaio o, in alternativa, altre 4 settimane di sgravi contributivi per chi fa rientrare i dipendenti al lavoro.

E' prevista anche una nuova indennità una tantum da 1.000 euro per i lavoratori stagionali del turismo, sono inclusi quelli con contratto di somministrazione o a tempo determinato, gli stagionali degli altri settori, i lavoratori dello spettacolo, gli intermittenti, i venditori porta a porta e i prestatori d'opera.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us