EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

L'insegnamento della pandemia

16/11/2020 08:34
Il Covid ha creato la necessità di mettere a punto piani assicurativi che risolvono alcuni dei punti deboli sperimentati nel recente passato - di Nicoletta Somma

Il Covid non solo ha accelerato la propensione alla sottoscrizione di polizze, ma ha creato la necessità di mettere a punto piani assicurativi che risolvono alcuni dei punti deboli sperimentati, purtroppo, con la pandemia. Quali azioni sono state predisposte?

“Quasi tutte le compagnie hanno adeguato i loro prodotti assicurativi travel all’attuale situazione – risponde Michele Cossa, a.d. di Borghini e Cossa -. Sono inoltre nate nuove soluzioni che hanno ampliato la copertura ai nuovi rischi quali il rimborso dei servizi non usufruiti e le maggiori spese sostenute durante il viaggio a causa dell’epidemia o di situazioni di quarantena”.

I player del settore “si sono già mossi per fare fronte ai nuovi rischi legati al mondo del turismo - conferma Guido Dell’Omo, head of  sales and distribution Axa Partners Southern Europe -. I principali nodi da sciogliere riguardano essenzialmente da un lato la copertura delle spese di cura legate alla pandemia e dall’altro gli inconvenienti di viaggio che si potrebbero verificare”.

Secondo Daniela Panetta, head of sales Ergo Assicurazione Viaggi, ci sono stati indubbiamente dei progressi: “Ritengo il fatto di aver ricompreso nelle coperture il Covid19 già come un enorme passo avanti, assolutamente non scontato – sostiene la manager -. Ulteriori ampliamenti della copertura dovranno inevitabilmente fare il conto con l'evoluzione della pandemia, per non mettere a rischio il già delicato equilibrio tecnico su cui questo settore si regge”. 

Nobis Assicurazioni ha “preso immediatamente coscienza della gravità della situazione dovuta alla pandemia – afferma Stefano Pedrone, responsabile divisione Turismo -, arricchendo con coperture ancora più estese e complete, senza aumentare minimamente i premi’”.

I4T ritiene di essere stato avanti un passo: “A differenza di molti competitor che si sono allineati solo di recente, le nostre polizze medico/bagaglio e medico/bagaglio annullamento della linea Gold comprendono da sempre epidemie e pandemie, quindi non abbiamo dovuto aggiornare in corsa le coperture e abbiamo offerto dall’inizio un servizio completo e adeguato al mutato contesto di riferimento", commenta Christian Garrone, responsabile intermediazione assicurativa. 

Ami Assistance ha inserito “due nuove prestazioni legate al Covid-19, che si attivano in caso di fermo della persona per quarantena o in caso di lockdown del Paese o in generale del luogo in cui ci si trova", fa notare il presidente Gualtiero Ventura -. A breve saremo in grado di poter far effettuare al viaggiatore, prima della partenza, un test salivare Covid direttamente a casa e ricevere l’esito entro 24 ore in modo da garantire la massima sicurezza”.    

L'approfondimento completo sul numero 1594 di GuidaViaggi, in distribuzione da oggi.

Nicoletta Somma                


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us