EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Profondo rosso per easyJet

18/11/2020 11:35
Per la prima volta in 25 anni ha riportato una perdita pari a 1,3 miliardi di sterline

Bilancio in profondo rosso per easyJet: la compagnia low cost che per la prima volta il 25 anni ha riportato una perdita pari a 1,3 miliardi di sterline in larga parte dovuta alla pandemia. Ne parla Il Sole 24 Ore, rammentando che il vettore lo scorso anno aveva riportato un utile di 430 milioni di sterline. I primi segnali dell’arrivo del vaccino hanno spinto le prenotazioni quasi del 50% in un giorno e il titolo in Borsa ha guadagnato il 45% dall’annuncio di Pfizer e BioTech, una performance rafforzata dai risultati positivi di Moderna, l’altro gruppo farmaceutico che sta lavorando al vaccino contro il Covid. La performance del titolo ad un anno è negativa del 46 per cento.

Le parole rassicuranti arrivano dal ceo della compagnia, Johan Lundgren in una intervista alla Bbc nel giorno della presentazione dei risultati annuali: “Le persone vogliono viaggiare. Lo dimostra il fatto che alla notizia del vaccino, le prenotazioni di lunedì scorso sono salite di quasi del 50%”.

La seconda ondata del virus mette ancora una volta sotto pressione il settore del trasporto aereo. EasyJet, prosegue il quotidiano, ha affermato di essere concentrata nel tenere sotto controllo la liquidità alla luce delle nuove restrizioni adottate dai Paesi europei come Inghilterra, Francia e Germania: la liquidità utilizzata è passata da 774 milioni di sterline nel terzo trimestre a 651 milioni di sterline nel quarto trimestre, una riduzione dovuta al contenimento dei costi e al taglio di 4.500 posti di lavoro. La liquidità a disposizione al momento è di 2,4 miliardi di sterline.

La compagnia, intanto, ha annunciato l’estensione del prestito da 600 milioni di sterline a tasso agevolato per l’emergenza Covid messo a disposizione dalla Banca d’Inghilterra il quale verrà restituito in due tranche a marzo e a novembre del prossimo anno.
La crisi si è fatta sentire in primo luogo sul numero di passeggeri trasportati diminuiti del 50% a 48,1 milioni contro 96,1 milioni del 2019 e con ricavi totali in calo del 52,9% a 3.009 milioni di sterline contro 6,4 miliardi di sterline del 2019. Di fronte alle nuove restrizioni ai voli in Europa, easyJet non prevede di volare oltre il 20% della capacità nel primo trimestre del 2021. Non è prevista alcuna distribuzione di dividendo.
 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us