EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

I commerciali del turismo chiedono un codice Ateco specifico

19/11/2020 11:36
Presentata una interrogazione parlamentare al Mibact, per chiedere aiuti per tutto il comparto, a seguito dell'incontro tra Ascot Italia ed i deputati del Movimento 5 stelle

Tra le categorie del turismo che in questo momento stanno facendo sentire la propria voce c'è quella dei commerciali. Un settore che è stato dimenticato sul fronte degli aiuti a seguito della pandemia e che necessita di maggiore attenzione in merito alla sua riconoscibilità. Gli appelli si susseguono. E' di ieri, infatti, la pubblicazione su questa agenzia di stampa di una lettera inviata da una titolare di agenzia, in cui si porta l'attenzione sul comparto non solo delle adv, ma anche dei commerciali del turismo. 

Oggi pubblichiamo la notizia della presentazione di un'interrogazione parlamentare al Mibact, dove si chiedono aiuti per tutto il comparto dei commerciali del turismo, a seguito dell'incontro, avvenuto il mese scorso ed i frequenti stretti contatti avuti in quest'ultima settimana, tra il consiglio direttivo di Ascot Italia ed i deputati del Movimento 5 stelle, Filippo Perconti, Angela Masi, Adriano Varrica.

Riportiamo la nota inviata. "È necessario intervenire sulla sostenibilità economica nel breve periodo - scrive Filippo Perconti -, gli ultimi decreti a favore del turismo non hanno considerato tra le professioni la figura dei commerciali del turismo, che rappresentano uno snodo fondamentale di dialogo tra la rete distributiva e i fornitori di servizi nei vari segmenti di questo settore, quali tour operator, compagnie aeree, catene alberghiere. Ho presentato un'interrogazione al ministro per i Beni e le Attività culturali e per il turismo, insieme ai colleghi Angela Masi e Adriano Varrica, per amplificare le richieste della categoria che rivendicano il diritto al lavoro e soprattutto alla sopravvivenza, nonché auspicare la creazione di un codice Ateco specifico - fa presente Perconti -. Vorrei fornire il giusto rilievo ad un settore, quello del turismo, che sostiene da anni il nostro Paese; è nostro dovere fornire una risposta equa ed efficace all’emergenza, affinché si possa dissipare questo clima di insostenibile incertezza".


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us