EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Welcome to Italy, il nuovo incoming abbina locale e digitale

01/12/2020 11:44
Welcome Travel e Portale Sardegna rafforzano la collaborazione dando vita al Magazzino digitale delle esperienze. Operatività dal 7 dicembre - di Paola Olivari

Fare nascere il desiderio, proporre lasciando libera scelta, confezionare la vacanza garantendo l’autenticità di esperienze verificate e garantite dalla professionalità dei local expert. L’incoming del Belpaese getta le basi per consolidare i mercati già affermati e affacciarsi su quelli nuovi con una formula che abbina il meglio dei pacchetti chiusi con quanto di buono offrono quelli dinamici.

Welcome Travel e Portale Sardegna hanno dato vita a Welcome To Italy, un sistema di promozione e distribuzione turistica locale su scala nazionale che intende trasformare lo straordinario patrimonio emerso, e soprattutto latente, del nostro Paese in prodotti turistici capaci di generare prodotto interno lordo per i territori.

“Con Welcome to Italy è stato inventato un nuovo prodotto, attualmente non presente negli scaffali delle agenzie di viaggio, creato dalle agenzie Welcome Travel per le agenzie Welcome Travel - spiega Adriano Apicella, amministratore delegato Welcome Travel -. Il pacchetto diventa dinamico grazie alle peculiarità di una piattaforma tecnologica innovativa che consente all’utente di creare il proprio viaggio alla scoperta dell’Italia in pochi click, scegliendone in autonomia i singoli ingredienti ma fruendo degli itinerari e delle esperienze consigliati dai local expert”.

Per rispondere alle esigenze delle agenzie del network che già operano nel settore incoming e per dare un ulteriore strumento di vendita concreto a tutta la rete, in questo momento di cambiamento per l’intero comparto turistico, Welcome Travel e Portale Sardegna hanno spinto l’acceleratore sul progetto, operativo dal 7 dicembre, che ha visto le adv Welcome Travel aderenti a Welcome to Italy e, in qualità di Italy local expert assorte nell’alimentazione del Magazzino digitale, una novità assoluta per il settore.

Portale Sardegna - chiarisce il ceo Massimiliano Cossu - ha sviluppato un rivoluzionario modello di business che si fonda proprio sul connubio tra territorio e tecnologia. I nostri local expert, che presidiano personalmente il territorio creando una valorialità umana, mappano e digitalizzano tutti i migliori attrattori, il Magazzino digitale li industrializza in maniera economica, li raccoglie e li classifica e nella Fabbrica prodotto 4.0 questi vengono combinati per creare pacchetti unici per ogni profilo di clientela. Nasce così il Viaggio smart, un prodotto dinamico completamente personalizzabile, cucito su misura del target”.

“Il nostro collettore digitale - prosegue - contiene migliaia di attrattori turistici categorizzati per tipologia, stagionalità e segmenti, che interfacciandosi con la Fabbrica Prodotto 4.0 permettono di costruire in maniera industrializzata pacchetti dinamici profilati per differenti target di clientela. Gli Smart Dynamic Packaging rappresentano una soluzione di viaggio innovativa e flessibile, che consente alle agenzie in b2b e al cliente in b2b2c e b2c di personalizzare gli aspetti soggettivi del proprio viaggio partendo da un’infrastruttura di pacchetto costruito proprio utilizzando i contenuti unici e peculiari che gli Italy local expert hanno inserito nel Magazzino digitale. L’obiettivo è consentire al cliente di vivere la destinazione in maniera totale abbinando tutti vantaggi del pacchetto chiuso, che però è penalizzato da date di partenza rigide, logistica ed esperienze statiche e scarsa personalizzazione, e dei dinamic packaging delle ota, che pagano lo scotto dell’assenza di una infrastruttura formativa, della scarsa conoscenza del territorio che portano i clienti ad affidarsi solamente alle esperienze più famose e di un’offerta troppo dispersiva. Noi, invece, uniamo gli aspetti positivi delle due formule”.

La Fabbrica prodotto 4.0, che si interfaccia con il Magazzino digitale, è un’infrastruttura in grado di costruire in maniera industrializzata pacchetti profilati per tema, destinazione e target di clientela alimentando un catalogo prodotti in grado di coprire qualsiasi motivazione di viaggio offrendo contestualmente una drastica riduzione dei tempi di creazione del pacchetto e la possibilità di inserire costantemente nuovi contenuti e riutilizzarli, così o con personalizzazioni, all’infinito.

Ma chi sono i local expert?

“Gli Italy Local Expert - precisa Cossu - sono imprenditori e professionisti del turismo incoming selezionati tra la rete delle agenzie di viaggio Welcome Travel che si aggiungono ai Sardinia Local Expert, già presenti sull’isola, al fine di valorizzare lo straordinario patrimonio ambientale, culturale ed enogastronominco dell’Italia. Il modello sardo si estende così a tutta Italia. Sono loro che provvedono all’alimentazione del Magazzino digitale con diverse tipologie di materie prime turistiche, esperienze, punti di interesse ed eventi. Sul posto e in tempo reale forniranno quei contenuti indispensabili per la creazione di pacchetti profilati inserendo quindi il proprio territorio in canali distributivi altrimenti irraggiungibili. Sono poi gli Italy Local Expert ad assistere in persona la clientela sul posto differenziando nettamente il prodotto e il servizio rispetto ai player generalisti”.

“Il grande valore del progetto - approfondisce Apicella - risiede nell’avere sotto il cappello Welcome to Italy un unico interlocutore molto radicato sul territorio. Ne deriva, in fase di vendita, un solo contratto con un solo brand per tutte le esperienze. Non vediamo un limite nella durata del prodotto né speculazione sul turismo di prossimità ma vogliamo dare alle agenzie che fanno incoming un servizio efficiente. Questo tipo di proposte sull’Italia avrà lunga vita sugli scaffali negli anni a venire e consentirà di intercettare una nuova fascia di clienti oggi meno propensi all’intermediazione”.

“L’Italia - prosegue Apicella - continua a essere in vetta ai desiderata e Welcome to Italy ha la potenzialità di divenire un punto di riferimento dell’incoming. La prima interazione è la realizzazione dell’itinerario tramite l’expertise del local expert e poi, sul posto, questo professionista è il punto dei riferimento umano di assistenza al cliente, che può anche aggiungere altre esperienze. Attualmente siamo creando l’infrastruttura, che già comprende la quasi totalità delle regioni. Per capillarità e ampiezza, il nostro prodotto è difficilmente clonabile e i numeri dipenderanno dalla quantità di esperienze caricate e sono certo il nostro Paese abbia la possibilità di tornare, non appena la situazione globale migliora, ai livelli più alti. Al momento la piattaforma conta 300 Smart Dynamic Packaging e contiamo di arrivare a 600 a gennaio. Non pochi”.

Elevata scalabilità grazie all’innovativa piattaforma, interfaccia internazionale con proposta multilingua, sostenibilità della proposta con un modello che valorizza le autenticità locali e consente uno sviluppo turistico sano e a supporto delle peculiarità culturali e ambientali di una destinazione. Sono questi i nostri punti di forza, uniti dalla determinazione di Portale Sardegna e Welcome Travel di portare a livello globale un’iniziativa unica”, conclude Cossu.

La piattaforma di Portale Sardegna è stata completamente customizzata Welcome to Italy e il sistema di prenotazione integrato al motore di ricerca WELGo!, mettendo così a disposizione tutto il prodotto Italia caricato dalle agenzie del network. La piattaforma consentirà l’accesso, in esclusiva alle agenzie Welcome Travel, a una vasta e ricca offerta per visitare l’Italia alla scoperta delle tante peculiarità territoriali.

I canali distributivi sono il b2b grazie la rete delle 1200 agenzie di Welcome Travel nel Paese, il b2c intercettando le esigenze dei clienti, offrendo il più alto livello di personalizzazione possibile e sfruttando il know how di Portale Sardegna Group e Welcome Travel Group, il b2b2c attraverso l’integrazione di Welcome to Italy con i portali di compagnie aeree e ota, e le piattaforme Welfare.

Paola Olivari


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us