EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Nasce Kairos Air

11/01/2021 11:52
A fondare il vettore Luisa Davanzali, figlia di Aldo Davanzali. Nella cordata anche le altre due sorelle, più Air Nostrum e una trentina di imprenditori. Previsti collegamenti con Milano, Roma e Napoli

Si chiama Kairos Air, è una nuova compagnia aerea. A fondarla è Luisa Davanzali intervistata da Il Corriere della Sera, poco dopo aver firmato l’atto costitutivo. Il suo nome è noto, Davanzali non lo nasconde, è "emozionata" e il suo pensiero va al padre, "in questo momento non posso non pensare a mio padre, ne sarebbe felice: ricominciare era il suo sogno". L'imprenditrice, infatti, è la figlia di Aldo Davanzali, imprenditore morto nel 2005, è stato, rammenta il Corriere, "un pezzo gigantesco della storia dell’aviazione commerciale italiana".

Davanzali era molto legato alla sua regione, le Marche. Nel 1974 ha acquistato l’Itavia, fondata dal principe Giovanni Battista Caracciolo qualche anno prima. Ne fece una compagnia "in grado di sfidare Alitalia sulle rotte nazionali", scrive il Corriere. Il suo modello anticipava un po' quello delle low, basandosi su flessibilità, tariffe contenute, voli charter. Aveva mille dipendenti che "lui conosceva tutti per nome e cognome", racconta la figlia. La vicenda di Ustica mise la parola fine al suo sogno, era il "27 giugno 1980, con la morte delle 81 persone a bordo del nostro Dc9". Inizialmente si pensò a un’avaria a bordo, i voli furono sospesi. Il 16 dicembre 1980 la licenza fu ritirata, facendo fallire Itavia, scrive il Corriere. Il padre non potè vedere ciò che successe dopo, cioè la "vittoria in giudizio", ricorda la figlia, arrivata lo scorso 23 aprile con la sentenza che ha condannato i ministeri dei Trasporti e della Difesa a risarcire Itavia con 330 milioni di euro.

Adesso però si guarda alla nuova compagnia. "Presto ci saranno anche i velivoli. Prevediamo almeno due Atr 72, i turboelica che imbarcano una settantina di passeggeri - dice la manager -. La base d’armamento sarà qui ad Ancona. Ci saranno collegamenti con Milano, Roma e Napoli, poi vedremo gli sviluppi".
Nella cordata ci sono anche le altre due sorelle, più la partecipazione di Air Nostrum, vettore spagnolo, e una trentina di imprenditori. Tra i nomi quello di Francesco Merloni, ex ministro dei Lavori pubblici e titolare della Ariston. "Per le Marche è una grande opportunità, un’occasione per fare qualcosa di valido sotto il profilo turistico. Quando partiremo? Il primo volo sarà il 1° luglio", annuncia. 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us