EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

La ricetta di Mapo Travel per la ripresa

13/01/2021 12:05
Il piano del t.o. in vista della ripartenza, prevista per la primavera. Gli ingredienti? Tecnologia, attenzione alla disabilità, pacchetti su misura e flessibilità

Tecnologia, attenzione alla disabilità, pacchetti su misura e flessibilità le parole chiave del 2021 di Mapo Travel. Archiviato un 2020, difficile per tutto il comparto turistico, il tour operator presenta le azioni messe in campo in vista della ripartenza, prevista per la primavera.

“All’inizio dell’anno nessuno poteva pensare ad una stagione così disastrosa per il turismo - spiega Barbara Marangi, general manager di Mapo Travel e neo presidente di Confimi Puglia per il turismo -, ma guardiamo al futuro con ottimismo, convinti che le regioni del sud e l’Italia possano continuare a giocare un ruolo da protagonista"

In questi mesi, quindi, sono stati messi in cantiere numerosi progetti vista di una ripresa del settore. Il futuro del t.o. si baserà sempre più sulla personalizzazione del prodotto con un’attenzione particolare alla costruzione di pacchetti benessere, esperienziali, tour al sud, soprattutto in Puglia e Basilicata a partire dalla primavera 2021, ‘flessibili’, con estrema possibilità di ritagliare il viaggio sulle esigenze del cliente. E poi la tecnologia, “I nostri sistemi sono in costante aggiornamento per essere al passo con i tempi, il nostro personale e i Mapo Assistant proseguono il percorso di formazione continua per consentire ai viaggiatori di soggiornare in assoluta sicurezza” aggiunge la Marangi.

Tra le novità un’attenzione particolare al turismo delle persone con disabilità con l’avvio di una sinergia con Cityfriend. “Vogliamo dare una risposta concreta alla necessità di rendere più inclusiva l'esperienza turistica per le persone con disabilità o esigenze specifiche. Si tratta di 10 milioni di potenziali viaggiatori in Italia e 140 milioni in Europa - conclude la general manager -. Crediamo molto nello sviluppo di Cityfriend nelle regioni del Centro-Sud, nella possibilità di coniugare il turismo e l’inclusione sociale per fornire alle persone disabili, alle loro famiglie e ai loro amici, la possibilità di partecipare a tutte le occasioni turistiche del territorio per agevolare a 360° le loro vacanze”.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us