EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > RUBRICHE - Inchieste

Tempi maturi per un ritorno dell’Egitto classico

La pensa così il ministero del Turismo del Paese, vogliono crederci i tour operator, ma il lavoro da fare sui clienti e su un trade ancora poco fiducioso è tanto \r\n
I numeri del turismo in Egitto cominciano ad essere incoraggianti, ma solo sul fronte balneare. A soffrire ancora molto è il prodotto classico, come ha ricordato recentemente in un suo intervento a Roma, dove ha incontrato i t.o. italiani, il ministro del Turismo egiziano Hisham Zaazou. Obiettivo primario del Paese, dunque, è quello di riportare i turisti sul Nilo, e proprio in questa direzione andranno gli sforzi promozionali dell’ente del Turismo, sforzi più che apprezzati dal tour operating del Belpaese. “E’ troppo tempo che l’Egitto classico è fermo, è ora di farlo rivivere. Serve una grande azione promozionale per ridare fiducia al consumatore ma anche al trade, perché spesso sono gli stessi agenti di viaggi a non fidarsi”. Così Fabio Introna, yield & operation manager Hotelplan Italia, che rimarca la necessità di trovare nuove soluzioni da proporre al mercato. “Nel pensare comune il prodotto classico è associato al Cairo, e questo tiene lontano i clienti. Serve fare un focus sulle crociere Luxor-Luxor, ma questo presuppone collegamenti diretti con questa località, sforzi da parte dei vettori, come Egyptair”. Il manager apprezza la decisione e l’impegno preso dal ministero: la disponibilità degli operatori c’è, ma i rischi da assumersi sono tanti, e serve davvero un sostegno. In casa Eden Viaggi si ricorda l’offerta articolata su quattro tipologie di crociere: “Ci auguriamo che le prenotazioni possano tornare a crescere. Difficile fare previsioni – commenta Angelo E. Cartelli, direttore commerciale e marketing -, noi punteremo ad un ampliamento dell’offerta per il periodo natalizio, ma i numeri stentano ancora ad arrivare”.
Massimo Broccoli, direttore commerciale Veratour, confida in una ripresa, ma non la considera obiettivo a breve termine: “Ragionevolmente – dice – potremo parlare di un ritorno importante sulla destinazione dal 2016”.
I Viaggi del Turchese “crede fortemente in questo prodotto che rappresenta una delle anime maggiormente significative dell’Egitto”, afferma il direttore commerciale, Quirino Falessi. L’auspicio è che si possa riprendere in tempi relativamente brevi la programmazione relativa all’Egitto Classico: “A breve confidiamo di inserire all’interno del nostro sistema di prenotazione i pacchetti relativi alla Crociera sul Nilo, con sette notti di navigazione Luxor-Luxor con voli di linea”.
Swan Tour dà fiducia al prodotto, e lancia come novità una seconda nave sul Nilo, mentre Maurizio Montù, contracting manager Alpitour, ci ha anticipato di stare valutando proprio in questi giorni “con il supporto del ministero del Turismo e la direzione di Egyptair la possibilità di una ripresa delle Crociere Nilo da fine anno. Con quest'ultimo tassello la ripartenza della destinazione sarebbe completata al 100%”. Quanto ai volumi attesi, “c’è la consapevolezza che i tempi saranno graduali, ma il mercato ci ha abituato a sorprese e dinamiche a volte sorprendenti, per cui saremo pronti a coglierle se ci saranno”. Vuole ripartire con le destinazioni culturali anche Francorosso: “Dopo anni di sofferenza è arrivata l’ora di riproporre una offerta importante sull’Alto Egitto – dichiara Germana Anania, contracting manager -. Già questo inverno abbiamo programmato la crociera 4 notti da Luxor ad Aswan combinata con il soggiorno a Marsa Alam e c’è un forte interesse dimostrato anche concretamente dalle prenotazioni finora raccolte”.

Osservatorio Guida Viaggi
Soggetto realizzatore della ricerca:
Guida Viaggi tramite call center esterno
Tipo e oggetto della ricerca:
ricerca di tipo quantitativo a carattere nazionale
Metodologia:
interviste telefoniche con questionario strutturato
Universo di riferimento:
popolazione di adv (7.500)
Campione: rappresentativo delle adv per zona
Estensione territoriale: nazionale
Consistenza del campione: ott‘14, 250 casi
Errore statistico: ± 3%

Le inchieste considerano le adv dal punto di vista numerico, assegnando a ciascuna lo stesso peso indipendentemente dal fatturato su una destinazione o un tipo di prodotto. I quesiti posti si riferiscono alla propensione alla vendita e non all'effettivo fatturato realizzato sul prodotto in questione. L'elaborazione dei dati avviene per la totalità del territorio italiano, per singola zona (nord, centro e sud Italia) e per ruolo ricoperto all'interno dell'agenzia da parte della persona interpellata (titolare di agenzia o banconista). Nel caso in cui non vi fossero particolari differenze tra i diversi risultati, l'elaborazione per suddivisione territoriale e ruolo non viene fatta. Al fine di dare al lettore la possibilità di analizzare i dati secondo le proprie esigenze, la nostra elaborazione dei dati si basa su semplici medie aritmetiche.

I dati pubblicati rappresentano solo un estratto. Per informazioni www.guidaviaggi.it, sezione Ricerche di mercato

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte