EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > RUBRICHE - Interviste

Tecnologicamente social Press Tours

L’unità IT cresce e l’agente di viaggio diventa travel architect, anche grazie a Google. Il social media? Una voce di co-marketing con le destinazioni
L’unità Information Technology di Press Tours cresce e oggi conta otto dipendenti più due consulenti esterni. Questo rende possibile un booking online, attraverso la piattaforma “Chiara”, talmente evoluto che modifica già dal preventivo qualsiasi variazione richiesta dal cliente, come cambio tappe dell’itinerario e switch dei giorni, solo per fare due dei casi più ricorrenti.

“Le quote vengono ricalcolate, così come la disponibilità in tempo reale”, argomenta Moreno Rognoni, responsabile di Eventi e Comunicazione -. Le ultime innovazioni introdotte sono Google site search e Travel architect, dalla primavera. “Inoltre per il rent a car è stato creato un motore che prenota tutti i noleggi nelle nostre destinazioni con tariffe negoziate”, sottolinea il manager. “Sperimentato più approfonditamente dall’estate, Travel Architect sta conquistando la fiducia del trade – continua -. Il nuovo strumento arricchisce il pacchetto con numerosi servizi ancillari, aumentando il valore della produzione per l’adv. Naturalmente le garanzie del tutto compreso sono estese anche i servizi accessori, fattore rilevante”. In questo modo si recuperano anche gli acquisiti che il viaggiatore realizzava a destinazione e il ruolo di consulente viene messo in luce. Le tratte volo interne sono un altro servizio implementato grazie a Travel architect; si costruiscono in estrema semplicità itinerari complessi accedendo al database Amadeus.

Google site search
La funzionalità del primo motore di ricerca al mondo, invece, permette al visitatore del sito Presstours.it di esplorarne i contenuti, ormai ricchissimi e integrati ai social media, blog compreso. “Ci siamo posti dalla parte dei viaggiatori che cercano online informazioni e sono alla ricerca di esperienze di vacanza specifiche, come quella subacquea, ma anche solo balneare – continua Rognoni -. La ricerca acquisisce la parola chiave ed esattamente come su Google la fa emergere dai nostri articoli, scritti da autori qualificati, e dalle proposte per partire subito”.

Sul blog, che conta un milione di pagine visitate, vengono postati fino a tre articoli al giorno, mentre la buona interazione con i follower ha valso a Pt “l’inclusione nel 10% delle aziende di tutto il mondo che meglio hanno sviluppato l’interazione sul web”. Facebook Italia ha riconosciuto il tour operator per la velocità dei tempi di risposta sui post, entro i 15 minuti. “Oggi la nostra attività social media è entrata nelle voci di co-marketing con gli enti del turismo, ad esempio con il Messico di cui una parte importante della partnership è proprio basata su questo tipo di comunicazione”.

Programmazione a 14 cataloghi
Nel contesto di creatività digitale trova collocazione la programmazione cartacea: 14 i cataloghi ancora oggi pubblicati, compresa la brochure di 16 pagine dedicate a Capo Verde, servita dai voli Neos. L’ormai storica Repubblica Dominicana, nell’anno del focus su Samanà “che programmiamo dagli Anni Novanta e quest’anno riceverà sicuramente più turisti grazie ai nuovi collegamenti stradali che la uniscono alla capitale in sole due ore e mezza”, rimane al centro delle attenzioni nell’eterna competizione con Cuba. “Sull’Isla Grande passiamo da 14 a 50 tour e siamo il primo t.o. al mondo con così tanti itinerari”. p.ba.
 

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us