EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > RUBRICHE - Attualità

Logica 4.0 per la Toscana del turismo

"C'è necessita di costruire un turismo più consapevole", ha commentato l'assessore regionale Stefano Ciuoffo

Un turismo 4.0 per la Toscana, che prende ad esempio il settore industriale per colmare il gap di conoscenza. L’obiettivo è la costruzione di politiche adeguate, attraverso l’acquisizione dei grandi dati, ad oggi in mano soprattutto ai grandi operatori privati. Una formula 4.0 che riguarda in primo luogo il settore dell’’ospitalità, che deve mettere il turista in condizione di comprendere ciò che vede e visita. Sono le proposte dell’assessore al turismo della Regione Toscana Stefano Ciuoffo.

“La digitalizzazione della promozione turistica – ha detto Ciuoffo – è un campo di azione che per troppo tempo ha visto l’assenza dei soggetti pubblici. I grandi dati e loro proprietà sono temi che meritano un’attenta riflessione ma soprattutto una regolamentazione e gestione: non è possibile che la tracciabilità del sistema turistico e dei flussi che interessano il Paese non siano a conoscenza dei soggetti pubblici. I grandi operatori li possiedono per le proprie logiche di azienda ma questa mole di dati deve diventare un patrimonio per costruire e orientare le scelte. Siamo partiti con colpevole ritardo ma il governo ha compreso e cambiato marcia. Il Piano dedicato agli ecosistemi digitali è il punto di riferimento con cui le Regioni insieme al governo moduleranno le politiche di sviluppo e valorizzazione del turismo nei prossimi anni”.

Il concetto che ha ribadito l’assessore è che “non siamo qua per stilare bilanci su quello che è avvenuto ma per capire cosa e come avverrà, vogliamo comprenderlo, intercettarlo e trasformarlo in obiettivi”. “C’è la necessità – ha proseguito Ciuoffo – di costruire un’ospitalità più consapevole, un turismo che comprende quello che vede e che lascia la Toscana arricchito da un’esperienza di viaggio. Così come siamo impegnati nella ricostruzione del nostro sistema industriale secondo la logica dell’industria 4.0, dobbiamo saper costruire anche un turismo 4.0”. l.d.

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte