EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > RUBRICHE - Interviste

Alla ricerca della vacanza da mobile

Intervista ad Alberto Torre, managing director di Criteo Italia

I viaggiatori sono già alla ricerca della loro prossima vacanza estiva, con il mobile che gioca un ruolo vitale in questo processo. “Non aspettiamo di essere a casa o di visitare un’agenzia; usiamo semplicemente i nostri telefoni per cercare e prenotare voli, alberghi e altro ancora in movimento”, esordisce Alberto Torre, managing director di Criteo Italia.

Quali le migliori best practice per non perdere questo trimestre d’inizio anno che tradizionalmente vola via in ricerche di ispirazione, tariffe, non in ultimo sicurezza della destinazione? Partendo dal fatto che nell’ultimo report della multinazionale di retargeting* più della metà di tutte le transazioni e-commerce nel settore è avvenuta attraverso più dispositivi, Torre spiega: “Al fine di creare e mantenere un'esperienza di brand coerente, i marketer devono coinvolgere i consumatori in ogni singolo step del processo, indipendentemente dal dispositivo utilizzato. Non devono solo offrire una semplice transizione tra online e mobile web, ma devono concentrare i propri sforzi, replicando l’ecosistema del marchio in formato app. Il settore travel, più di ogni altro, sta infatti riscontrando un particolare successo quando i consumatori vengono coinvolti tramite cellulare, grazie alle applicazioni mobile”.

Negli ultimi due anni, le aziende del travel hanno riscontrato una crescita costante nelle prenotazioni, dal 12% ad oltre la metà di tutti gli acquisti via mobile. In particolare per i soggiorni di una notte, quasi tre prenotazioni su quattro sono state fatte tramite app, segnando un netto vantaggio rispetto ad altri dispositivi o piattaforme. Alcune strategie mobile mostrano di imprimere al booking una spinta decisiva. “La personalizzazione dei consigli che un’app fornisce è importante; possono essere basati su diversi fattori, su ricerche, criteri di selezione, viaggi passati e wish list”. E ancora, l’invio notifiche aggiornate, utili e non invadenti, per esempio i promemoria dei check-in, traffico, ritardi, annullamenti, offerte in corso hanno molta influenza sul consumatore. Per le prenotazioni, infine, la semplicità è la leva più efficace, con l’auto inserimento intelligente dei dati personali con un solo clic ed evidenziando la sicurezza dei pagamenti.

Prenotazioni last minute

Un terzo delle prenotazioni sono effettuate per il giorno successivo tramite smartphone e quasi la metà dei consumatori fanno prenotazioni mentre sono in movimento. Per il settore travel si tratta di accompagnare sempre di più i propri clienti “on the road”. Sottolinea Torre “i marketer che hanno come obiettivo i viaggiatori dell'ultimo minuto hanno reali opportunità, ad esempio di sfruttare ogni singola visita con offerte personalizzate e consigli su misura per il contesto dell’utente”.

I brand di viaggi devono prendere in considerazione il processo decisionale del consumatore durante la pianificazione di strategie cross device “evitando pregiudizi su analytics e attribution – conclude -. Offrendo una transizione fluida tra desktop e mobile (mobile web o app) non migliora solo la shopping experience, ma anche la capacità di acquisizione di nuovi clienti e la fidelizzazione. Non esiste modo migliore per le aziende del settore travel per distinguersi dalla concorrenza di offrire reali customer experience integrate -  prima, durante e dopo la vacanza”. La conquista degli smartphone travellers è definitivamente iniziata. p.ba.

Il retargeting è la prassi di advertising sul web personalizzata e rivolta ai clienti che hanno precedentemente visitato il sito di chi fa pubblicità

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte