EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > RUBRICHE - Attualità

La ripresa della Francia nel segno della luce

“Dallo scorso dicembre sono tornati numerosi i turisti italiani” afferma il direttore di Atout France Frédéric Meyer

E' la luce il leit motiv della Francia per l'anno 2017, non solo nell'edizione del nuovo Magazine Rendez Vous en France, ma sarà proprio il filo conduttore di una Francia da scoprire e riscoprire. “In Francia seguendo la luce - ha rimarcato Frédéric Meyer, direttore di Atout France per Italia Grecia e coordinatore Europa del Sud -. La luce dei luoghi, degli spettacoli son e lumière, la luce che illumina mente e cuore, la luce creativa della cultura, dell'arte e dell'architettura. E poi Parigi non è conosciuta nel mondo come “la Ville Lumière”?

La Francia punta quindi su una serie di iniziative legate al succitato leit motiv come per esempio gli eventi legati ai 40 anni del Beaubourg, ideato da Renzo Piano. “E' una bellissima storia quella della realizzazione del Centro Pompidou iniziata nel 1971 – ha commentato Meyer - . Una costruzione che è riuscita a rovesciare l'architettura mondiale, criticata, ma alla fine diventata un altro dei simboli di Parigi. Un'opera costruita con la luce”.

La Francia guarda quindi avanti e va verso una netta ripresa mettendo nel piatto delle offerte numerosi eventi come i 500 anni di le Havre, il primo festival dei Giardini della Costa Azzurra che si terrà dal 1° aprile al 1° maggio, i 25 anni di Disneyland Paris, Lourdes con le numerose manifestazioni religiose in calendario.

“Contiamo di tornare ad ospitare presto i 7 milioni di italiani che hanno visitato la Francia nel 2015. Lo scorso anno è stato un anno difficile, con un calo del 10% in tutta la Francia e del 15-20% su Parigi. Ma gli arrivi da dicembre a oggi fanno ben sperare in una ripresa concreta. Consideriamo il mercato italiano molto importante per noi, prima per i legami che da sempre uniscono i due paesi e per il ritorno economico che deriva dai turisti italiani. Un segnale che riteniamo molto positivo è la continua apertura di nuovi scali da parte delle compagnie aeree low cost su città come Bordeaux, Tolosa, Strasburgo, Lione e Lille. Città molto dinamiche e belle da visitare. Ma anche i dati delle compagnie di linea ci confermano una ripresa del mercato italiano. L'Unwto  - ha concluso il manager - ha decretato ancora la Francia prima destinazione al mondo per arrivi”. a.to.

 

 

 

 

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Consulta gli ultimi annunci inseriti