EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > RUBRICHE - Formazione hotel

Viaggio nel mondo delle professioni dell’ospitalità

Intervista a Benoit-Etienne Domenget su come si realizza la carriera nei settori dell’accoglienza. Appuntamento per la terza conferenza sul lusso nell’era digitale il 10 ottobre in Svizzera

Quali competenze e caratteristiche della personalità le aziende dell’accoglienza richiedono oggi? Il mondo dell’ospitalità evolve e per rispondere a questa domanda abbiamo intervistato l’a.d. di Sommet Education, che ha acquisito i prestigiosi istituti universitari Glion e Les Roches.

Quest’anno gli atenei svizzeri hanno deciso di impostare la formazione su un maggiore apprendimento sul campo, strutturandosi con nuove aree, e innovare diverse specializzazioni. Il perché è in parte spiegato nelle risposte di questa intervista.

Monsieur Benoit-Etienne Domenget, cosa chiedono le aziende alle università di altissimo profilo come le vostre? Quali sono i caratteri professionali vincenti?

“La combinazione dello studio accademico e pratico al campus, insieme ad esperienze reali attraverso gli stage retribuiti e una forte motivazione personale danno ai nostri studenti quell’insieme di competenze necessario a un inizio mirato rispetto ai rivali nel mercato del lavoro, quando confluiranno nel loro settore dopo la laurea.

Ma la chiave del successo per loro è rappresentata dalle capacità interpersonali, le cosiddette “soft skills” - ad esempio se hanno a che fare con una clientela di alto profilo sociale ed economico, in contesti culturali e linguistici differenti - più un’acuta attenzione al dettaglio, senso estetico, predisposizione al lavoro in team e sotto pressione.

Queste sono le competenze che ottengono a Glion o Les Roches. I nostri studenti crescono naturalmente in un ambiente con colleghi da tutto il mondo, di oltre 90 nazionalità: mentalità diverse e aperte, contesti culturali estremamente diversificati. Fino alla laurea imparano ad essere di larghe vedute, tolleranti, flessibili. Grazie al mix di studio, esperienze pratiche e interazione internazionale più dell’85% di loro ottiene un posto di lavoro subito o più offerte al momento del diploma”.

Organizzate per loro appuntamenti di selezione con le aziende, cosa succede il 10 ottobre?

“Il Glion institute of higher education organizza conferenze ogni anno su temi dell’evoluzione dei settori dell’ospitalità e del lusso. Quest’anno ospitiamo l’Experiential Luxury Conference il 10 ottobre a Bulle, in Svizzera, e abbiamo invitato i leader a dibattere sulle esigenze della loro clientela e sulla “guest experience”. Questo format di dibattito e incontri offre ai laureati l’opportunità di imparare da speaker di alto livello delle tendenze e delle nuove sfide dell’hotellerie e di tutti i settori del lusso, incontrandoli faccia a faccia.

Accade che nonostante la digitalizzazione, i consumatori sembrano apprezzare l’elemento umano durante il processo di transazione. Ai più alti standard del lusso, l’interazione personale è un’aspettativa, e contano il modo in cui il servizio personalizzato viene svolto e la fidelizzazione viene costruita. Considerata la crescita rapida e la volatilità dei mercati globali, i settori del lusso sono sotto una pressione costante per rimanere rilevanti. Fronteggiano la sfida perpetua di creare prodotti e servizi che continuino a ispirare nuova clientela, cercando di rimanere fedeli ai propri valori tradizionali e alla base di consumatori già acquisita. Un bisogno di equilibrio tra accessibilità ed esclusività.

Con queste premesse, gli speaker della terza Glion Luxury Conference introdurranno l’argomento delle esperienze di lusso nell’era digitale, nella scommessa di sedurre e conquistare uno spettro di utenti più ampio”.

Al campus di Glion a Bulle, nella regione svizzera di Gruyère, a un'ora da Ginevra e tre da Zurigo, il 10 ottobre le società presenti sono Caviar House & Prunier, Christie’s, Clinique la Prairie, Exene BNP Paribas, Four Seasons, Groupe Pic, Hublot, Kering, LVMH, Moncler, SeeMe and The Boston Consulting Group. p.ba.

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte