EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > RUBRICHE - Interviste

I compiti del Gsa: il commento di Piercarla Lai

La manager descrive ruoli e attività in veste di sales and marketing manager della divisione italiana di Tal Aviation Group

Quali sono i compiti di un sales and marketing manager di un Gsa quale Tal Aviation Group? Lo abbiamo chiesto a Piercarla Lai, nel mondo dei Gsa dal 1998. Vanta una laurea in Lingue e letterature straniere e un master in Management delle aziende turistiche che l'ha portata a Roma dove ha deciso che avrebbe lavorato e vissuto.

55 anni ben portati, un legame, una passione per tutto ciò che riguarda il volo e l'aviazione commerciale, Piercarla Lai nata a Sassari, laureata a Pisa e con un master che l'ha portata a Roma, la città dove ha deciso che avrebbe lavorato e vissuto. Dopo un'esperienza in Marcelletti, Piercarla Lai è atterrata nel mondo dei Gsa lavorando per Spazio per 16 anni, prima come responsabile dell'ufficio di Roma, poi come product manager per diversi vettori.

“Dal 2017 - racconta – ho voluto accettare una nuova sfida, quella di sviluppare l'ufficio in Italia di Tal Aviation Group, Gsa globale con sede a Tel Aviv, circa 40 uffici nel mondo e che rappresenta 50 compagnie aeree come Gsa passeggeri, 25 tra Dmc, car rental, Enti del turismo e 6 compagnie cargo. Tal Aviation Italy è una partenership tra Tal Aviation Group e Airconsult, storica azienda di servizi e aviazione, Gsa passeggeri e cargo. Sono convinta che lavorare nel mondo dei Gsa – aggiunge – sia uno dei più bei lavori nell'ambito del turismo, perché ti consente di entrare in contatto con colleghi di tutto il mondo e di conseguenza con realtà completamente differenti una dall'altra e di sviluppare una flessibilità e un'apertura mentale che pochi lavori riescono a dare”.

Abbiamo chiesto in cosa consiste esattamente il lavoro svolto per un Gsa?

“Le compagnie aeree, e non solo, si affidano a un Gsa per essere rappresentate nel mercato e sviluppare il proprio business. E' importante entrare nella mentalità e capire il modo di lavorare di ciascun partner per poter dare il miglior servizio. Per le agenzie di viaggio e tutti gli altri operatori del settore, noi siamo il volto delle compagnie rappresentate che fanno affidamento sul nostro supporto per tutte le questioni commerciali e operative. Svolgiamo attività di promozione dei nostri servizi sia dall'interno, che attraverso il nostro personale sul territorio e nelle fiere di settore. Quindi il mio lavoro consiste nel tenere i rapporti con gli head office delle compagnie, sviluppare le loro politiche commerciale, dare visibilità, apportare idee e suggerimenti per un nuovo approccio sul mercato, distribuire il prodotto, inoltrare i comunicati stampa delle diverse compagnie, essere il punto di riferimento per i clienti e coordinare il lavoro dei collaboratori in ufficio e sul territorio. Le mie giornate non sono ovviamente mai uguali una all'altra. In genere distribuisco il mio impegno e le mie energie fra le attività delle diverse compagnie a seconda delle necessità che si presentano, sia che si tratti della distribuzione di un nuovo piano tariffario o il check sulle vendite dei clienti o le attività di reporting, analisi di mercato, pianificazione o conference call con i referenti delle diverse società”.

Come fa una donna manager a riuscire a conciliare la vita privata con un lavoro così impegnativo?

“Questo lavoro mi porta spesso lontano da casa e alcune trasferte sono sicuramente faticose, ma alla fine ognuna di esse costituisce una forte motivazione e una ulteriore conferma di aver scelto il lavoro giusto. Con il passare degli anni ho imparato a trovare un equilibrio fra lavoro e vita privata, dando il giusto spazio a entrambe le cose. Sulle scelte – ha rimarcato la manager -  non mi pento di nessuna delle decisioni prese che si sono dimostrate quelle giuste al momento giusto. Lavoro nel settore del turismo, uno dei più belli, che mi ha dato la possibilità di viaggiare, scoprire luoghi e civiltà, venire a contatto con persone tanto diverse una dall'altra. Un arricchimento unico che ha un valore inestimabile”.

Cosa vede nel proprio futuro Piercarla Lai?

“Vedo tanto lavoro per contribuire a far crescere e rafforzare Taj Aviation Italy, nuove sfide e tanti altri Paesi da visitare. Mi piacerebbe trasmettere a qualche giovane la voglia di fare questo lavoro così appassionante e mai noioso”. a.to.

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte