EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Speciale - Viaggi di Nozze

Honeymoon, un prodotto su cui contare

25/02/2013 - numero Edizione 1395
I t.o. non lesinano investimenti per i novelli sposi, anche in partnership con le adv
Ci si sposa meno, e non solo per la crisi, ma chi lo fa pare proprio non voler rinunciare al viaggio di nozze che resta, per gli operatori, un prodotto su cui poter contare. Prenotato per tempo, senza badare troppo alla spesa, anche grazie alla lista nozze, il “viaggio della vita” è oggetto di investimenti sempre più corposi, a partire dal catalogo. La brochure Francorosso “raccoglie le destinazioni più esclusive e gli hotel più raffinati”, spiega Germana Anania, brand manager, e viene distribuita a tutte le adv clienti nell’anno precedente, ma tutte quelle in mailing possono farne richiesta online.
“Crediamo molto in questa fascia di mercato e non abbiamo mai fatto passi indietro, anzi, ogni anno format e contenuti vengono aggiornati, migliorati e arricchiti”. “Nozze in viaggio” è il catalogo di Idee per Viaggiare, “un vero e proprio vademecum per sposarsi sul posto, dunque cerimonia e honeymoon trip in contemporanea. La richiesta per questa formula è molto aumentata negli ultimi tempi”, ci spiega l’amministratore Danilo Curzi. 148 le pagine di “Viaggi di Nozze e Sposarsi nel mondo” di Hotelplan Italia, pubblicazione che contiene novità di prodotto e soluzioni insolite per chi vuole dire “sì” all’estero, con l’inserimento, per la prima volta, di New York dove il tour operator propone tre cerimonie: il Rockfeller Centre, al Top of The Rock, Central Park oppure il ponte di Brooklyn.

Cataloghi al debutto
In casa Eden impegno sul segmento intensificato con la nuova brochure “Viaggi di Nozze”, “un investimento importante, ma che vale la pena perché questo prodotto è sempre più richiesto”. Il catalogo “racchiude tutto il meglio di Eden Viaggi ed Eden Made”: viene inviato a tutte le agenzie ed è visionabile online su edenviaggi.it. A crederci molto anche Nicolaus, per cui questo è il “primo vero anno” di presenza sul mercato con un catalogo dedicato agli sposi, cui sono state riservate risorse importanti.
“E’ ancora presto per pensare ad un bilancio – afferma il product manager Vito Facciolla -, tuttavia i primi riscontri sono davvero molto positivi”. Ed è un debutto, rispetto al catalogo tematico, anche quello di Auratours, risposta dell’operatore ad una domanda crescente. Scelta diversa per Kuoni Italia e Best Tours, che non produrranno più una brochure ad hoc, concentrando maggiormente, sui cataloghi principali, le proposte dedicate agli sposi.
“I clienti difficilmente si accontentano di ricevere un catalogo multi-destinazione e, necessariamente, non esaustivo sulla destinazione preferita – spiega Palma De Vito, marketing dei due t.o. -, con la conseguenza che gli agenti di viaggi sono spesso costretti a consegnare più cataloghi, oltre a quello dedicato agli sposi”. Senza catalogo specifico anche Gastaldi 1860 che guarda al web: “Resta innegabile l’importanza di avere una vetrina speciale dedicata ai viaggi di nozze – afferma Mariangela Candiani, direzione prodotto e operativo - e la avremo nel nuovo sito, online entro la fine del mese, con una sezione interamente dedicata a questo prodotto”. Sezione Honeymoon sul proprio sito anche per Hirondelle, che stampa per gli sposi il catalogo “WeddingMoons Sandals by Hirondelle”.

Tra fiere e roadshow
La pubblicazione di un catalogo è solo uno dei tanti ambiti di investimento degli operatori nel mondo delle lune di miele. Presenza alle fiere di settore, solitamente insieme a network e singole agenzie, da cui vengono richieste sempre più numerose, ed organizzazione di eventi ad hoc, sempre in collaborazione con il trade, sono ormai diventati una consuetudine per i t.o, che forniscono alle agenzie materiale informativo e gadget, e talora un supporto maggiore.
Tutto questo senza dimenticare la partecipazione agli incontri di formazione realizzati insieme ai diversi enti del Turismo, dove un cenno a quanto viene offerto agli honeymooner è certamente la regola. Non manca, poi, la pubblicità: sulle testate di settore, come quella che ci ricorda Candiani, di Gastaldi 1860, ma anche sui magazine di settore, come nel caso di Francorosso. Gli investimenti dedicati sono importanti e in crescita, lo dicono tutti. Dagli operatori interpellati nessuna cifra in merito, ma registriamo il dato di Gastaldi 1860 che, nel piano marketing 2013, ha destinato ben il 40% del budget ai viaggi di nozze.

Emanuela Comelli

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us