EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Zoom Aeroporti

Notizie dagli scali

10/06/2013 - numero Edizione 1410
I vettori puntano su Napoli
“Le principali compagnie aeree, nonostante il periodo di crisi che sta vivendo anche il settore del trasporto aereo, continuano a puntare strategicamente su Napoli, ampliando soprattutto l’offerta dei voli internazionali e questo per noi è motivo di grande soddisfazione, in quanto continueremo a sviluppare le potenzialità dello scalo partenopeo in termini di sviluppo del network dei collegamenti”. Concetta Ricchizzi, direttore Sviluppo Network Gesac, commenta così le molte novità della summer 2013 dello scalo di Capodichino.
Il network dei collegamenti di linea diretti dell’aeroporto per l’estate 2013 sarà di 49 destinazioni: 38 le mete internazionali, 11 i collegamenti diretti nazionali e oltre 50 le destinazioni charter. I nuovi voli saranno i collegamenti di linea diretti per Eindhoven, di Transavia.com, Katowice, di Wizz air, Mykonos e Santorini, di Volotea, e Zurigo, operato da airberlin.
Da notare che Volotea debutta a Napoli proprio con la stagione estiva: i nuovi operativi per la Grecia, al via a giugno, seguono Palermo, lanciato a marzo. Il network intercontinentale vede il ritorno del diretto per New York di Meridiana, con due frequenze settimanali, e il passaggio a giornaliero del volo Turkish Airlines per Istanbul, inaugurato a giugno 2011.

Venezia a tutto Canada
Il mercato italiano è in contrazione, ma l’aeroporto di Venezia è in controtendenza. Il risultato del +5,6% registrato dal Marco Polo da gennaio ad aprile, a fronte di un -5,4% nazionale, fa essere ottimista Camillo Bozzolo, direttore commerciale e marketing aviation di Save.
“Le previsioni per l’estate, anche se abbiamo registrato un rallentamento in maggio, soprattutto a causa del meteo avverso, sono positive, confortate da quanto rilevano i vettori per i mesi di giugno e luglio”. La summer, comunque, per Bozzolo si dimostra sempre più “summer”: a trainare la stagione sono maggiormente i mesi prettamente estivi, con un minor impatto di quelli iniziali e finali, di spalla.
“Dopo l’aggiunta di una quarantina di mete nel 2012 il 2013 ci vede in una fase di assestamento, anche se non dobbiamo dimenticare l’importante novità dell’arrivo di Air Canada Rouge”. La compagnia canadese ha scelto, infatti, Venezia tra le mete europee su cui far volare la nuova divisione leisure. “Il Canada è ancora in primo piano con Air Transat che rafforza la capacità su Montreal”. Rispetto all’estate 2012, quando i voli verso il Paese erano 2 a settimana, si è passati ai ben 6 di quest’anno. “Puntiamo molto sull’estate – afferma ancora Bozzolo -, ma il punto di domanda riguarda la politica, quello che farà e se farà qualche cosa”.

Il Marconi di Bologna sfiora i 6 milioni
Con quasi 6 milioni di passeggeri e una crescita dell’1,2% sul 2011, l’aeroporto di Bologna si colloca tra le strutture con la migliore crescita, insieme a Venezia. Ad aumentare sono stati soprattutto i passeggeri internazionali (4,2 mln), spinti anche dal positivo avvio di nuove rotte (come quella per Mosca con Aeroflot) e dal potenziamento di collegamenti esistenti (Istanbul di Turkish).
I passeggeri nazionali, penalizzati soprattutto dai tagli di Alitalia, sono 1,7 milioni. Innovativo nella commercializzazione dei servizi non-aviation, il Marconi ha attivato il pagamento dei parcheggi attraverso Telepass. “L’accordo con Tp – spiega Stefano Gardini, direttore business non aviation – rientra nelle iniziative avviate per facilitare la fruizione dello scalo da parte dei passeggeri: nel settore dei parcheggi stiamo puntando sempre di più su soluzioni tecnologiche all’avanguardia e su una forte segmentazione dell’offerta”. Il Marconi ha un nuovo d.g., è Nazareno Ventola, entrato nella società di gestione dello scalo nel 2000. Bologna è tra i primi cinque aeroporti italiani per Lufthansa ed è base Ryanair dal 2008. P.Ba.

Adr Mobility guarda al trade
Nel 2012 il mix di passeggeri negli scali di Fiumicino e Ciampino è cambiato. Meno viaggiatori per mete domestiche, -12%, di più per destinazioni extraeuropee, +3,5%. “La riduzione del numero di italiani in partenza ha senz'altro influenzato l'andamento del business dei parcheggi, che dal secondo semestre del 2012 ha registrato delle contenute flessioni rispetto all'anno precedente - spiega Emanuele De Gregorio, responsabile mobilità aeroportuale di Adr -. Il 2013 rispecchia lo stesso trend dell'anno appena trascorso”.
In questo contesto Adr Mobility srl ( società detentrice del marchio Easy Parking facente parte del gruppo Adr, ndr) ha puntato “sulla qualità ed economicità del servizio di parcheggio in aeroporto, avvalendosi anche della collaborazione delle agenzie di viaggi per raggiungere i clienti”. Le agenzie che possono prenotare i parcheggi Easy Parking sono ormai più di 3mila.
“Il processo operativo è semplice: l'adv si collega direttamente al sistema di booking on line accedendo ad un’area a lei dedicata, e riceve una commissione del 10% su ogni transazione andata a buon fine”. Per il trimestre aprile-giugno, è stata lanciata una campagna di incentivazione per la quale ogni agenzia che raggiunge 10 soste riceve un'over commissione del 5% e quelle che raggiungono 20 soste vincono un buono spesa di 300 euro emesso dalla società Eden Red spendibili in molti esercizi commerciali. “Questa campagna, che ripeteremo per tutto il 2013, vuole stimolare le agenzie sulla vendita del servizio "parking aeroportuale", perché, nonostante la crisi, notiamo una resistenza culturale verso una vendita che completa l'offerta dell'agenzia”. Il booking è sempre più online, e a breve sarà lanciata la versione mobile del sito per rendere il processo ancora più semplice.

Salerno, scalo conteso
Conteso l’aeroporto di Salerno, sale a quota tre contendenti. La partecipazione sul mercato è del 65% delle quote della Spa ed è confermato l’interesse di Corporacion America, multinazionale sudamericana già gestore di Trapani, mentre gli altri due soggetti interessati sarebbero la Gesac, società di gestione dell'aeroporto di Napoli, e Geasar cui fa capo l’aeroporto di Olbia Costa Smeralda.
Nel frattempo, però, a marzo Alitalia non atterra più sullo scalo. A poco più di due settimane da Pasqua, la struttura campana è rimasta senza voli di linea: solo charter e aerei privati anche se il presidente dell'impianto, Carmine Maiese, non ne ha fatto un dramma: “Abbiamo chiuso il 2011 con 11.700 voli e di questi Alitalia rappresentava solo il 10%. Tutto il resto erano voli locali e business, il nostro vero fiore all’occhiello con 6.500 voli all’anno”. Il 29 marzo si è tenuta l’assemblea dei soci della neonata società consortile proprietaria, la quale ha affrontato una ricapitalizzazione da 6 milioni di euro. P. Ba.

Emanuela Comelli

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte