EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - NoFrills 2013

Albatravel rilancia sulla flessibilità

23/09/2013 - numero Edizione 1418
Rafforzato il pacchetto treno + hotel
“E’ un anno difficile per tutti, ma la distribuzione sul web ha dinamiche diverse”. Fabio Giangrande, direttore commerciale del Gruppo Albatravel, confida nella Rete e nel suo dinamismo per reagire alla fase attuale. “Il nostro settore resiste – spiega ancora – perché si insidia nei buchi lasciati vuoti dalla distribuzione tradizionale. Riproponiamo i servizi in versione differente perché l’online ha una forte capacità di connettività e interpreta velocemente il dinamismo del pricing”. Una capacità di adattamento al mercato che permette di presidiare nuovi segmenti e che consente risultati apprezzabili anche per settori in crisi per il turismo organizzato.
“Abbiamo implementato l’offerta con 40mila soluzioni di case e appartamenti in Europa e la nostra fase di investimento dura ormai da oltre un anno e mezzo – commenta il manager -. Lavoriamo per migliorare la qualità del servizio reso alle agenzie, dal customer care al prodotto, rendendo più facile la navigazione. Stiamo impostando una rete tele-selling”. Di recente è stato anche integrato un Crm che permette di profilare e storicizzare la domanda. Secondo Giangrande la ripresa ci sarà, ma passerà esclusivamente dalla qualità del servizio.
“Un punto importante a nostro favore – dichiara il direttore - è il fatto di avere un modello finanziario che funziona bene, con un prodotto generalista che presidia la competitività e senza il rischio del vuoto-pieno”. A livello di prodotto, la novità principale riguarda la sezione “Frecciando”, per la quale la società prevede un rilancio della partnership con Trenitalia. “Sono state apportate migliorie – spiega Giangrande – in termini di quantità e flessibilità. Gli hotel sono passati da 170 a migliaia, dai b&b ai 5 stelle, con criteri di selezione più dinamici e la richiesta di servizi in modalità svincolata. L’andata dal ritorno, il numero delle notti, la città di partenza che può essere diversa da quella del rientro…”. Prosegue poi, dopo il buon riscontro estivo, l’iniziativa delle campagne monografiche, con un profilo di carattere informativo.
La filosofia aziendale è quella del cross selling dinamico: “Siamo un t.o. anche se online e non ci stanchiamo mai di dire alle agenzie che Albatravel rappresenta una strada per proporre servizi basici e altri ancillari”. In questo percorso corre in aiuto la ristrutturazione della piattaforma online. Un processo in tre fasi: la prima è stata liberata lo scorso anno con il restyling grafico, mentre quest’anno l’azienda si è occupata di ottimizzare le voci del menù. “La terza fase – spiega Giangrande – proporrà suggerimenti comparativi per servizi ancillari”.

Il recupero nei mesi estivi
Sul trend dell’anno, il manager racconta: “Il 2013 era partito malino, mentre da giugno abbiamo iniziato a rilevare un recupero ed una vivacità interessante, in effetti nei tre mesi fino ad agosto abbiamo invertito la tendenza, o riprendendo a girare sui volumi precedenti o addirittura registrando piccoli incrementi (fino a punte del +6%), ovviamente non sono stati sufficienti a recuperare la flessione generale che comunque rimane per noi relativamente contenuta in termini di volumi generali”.
Tra le destinazioni che hanno avuto buone performance, si segnala il Messico (+40% con oltre 7.000 pax), Londra (+35% per l’effetto post-Olimpiadi), il mare Italia (+5% grazie al rinforzo operato sul prodotto e alle campagne di comunicazione messe in atto), la Grecia (+12%). Si conferma il trend positivo di Malta, Thailandia ed Emirati. Risultati a due cifre per Tunisia e Marocco, mentre l’operatore ha assistito ad un calo delle capitali europee, “in particolare Parigi e Madrid per le quali stiamo lanciando ora della campagne monografiche”. Gli Stati Uniti sono rimasti in linea, “con un guizzo per New York”. Quest’anno l’offerta di prodotto è in crescita del 5-6%. “In termini di fatturato – aggiunge il manager – da gennaio ad oggi assistiamo ad un -5/6%, e pax in linea con lo scorso anno (-1% circa)”. Luglio ha visto il lancio di una serie di campagne in collaborazione con i network e l’obiettivo dichiarato è di chiudere l’esercizio finanziario in linea con lo scorso anno (130 mln di euro Albatravel e 250 come gruppo con 1 mln circa di passeggeri, ndr).

Laura Dominici

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte