EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Rimini 2013

Serbia: voli carta vincente

14/10/2013 - numero Edizione 1421
La Serbia ha ospitato nei primi sette mesi dell'anno 50.000 italiani, con una crescita dell'8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La permanenza media dei turisti italiani è stata di 2,2 notti. Dal 1° ottobre Air Serbia collega con due voli giornalieri Roma con Belgrado, affiancandosi così ad Alitalia che vola da Roma alla capitale serba sei giorni su sette. Da Malpensa, Alitalia due volte alla settimana vola verso Belgrado insieme a easyJet, che aumenterà i voli settimanali da 3 a 4. “I collegamenti aerei sono essenziali per la nostra destinazione – ha commentato Aneta Uskokovic, market manager Italia e Spagna – soprattutto per il mercato del Centro-Sud Italia. La Serbia sta incontrando il favore del mercato italiano come nuova meta city break, frizzante e testimone delle più genuine tradizioni europee e i numeri ci danno ragione. Molti turisti, dal Veneto per esempio, scelgono i tour in pullman per raggiungere la Serbia e Belgrado, soprattutto clientela giovane, che considera Belgrado una delle destinazioni più cool”.

Il Danubio al posto del mare
La manager ha anche evidenziato l'importanza delle crociere fluviali. “Non abbiamo il mare, ma abbiamo il Danubio. Alcune crociere partono da Belgrado, come quelle di Giver, altre fanno scalo. Una maniera diversa per conoscere il Paese”, aggiunge. Attiva anche una city card, un passepartout per scoprire la città con lo sconto, che prevede riduzioni fino al 50% per l'entrata a musei, visite e attrazioni turistiche, teatri, gallerie d'arte, itinerari, tour caratteristici, ristoranti e caffè. “Abbiamo presentato una brochure “Serbia, tutte le emozioni in un battito” - ha evidenziato Uskokovic, riferendosi al battito del cuore, che rappresenta il ritmo della vita -. La Serbia si sta accreditando come destinazione palpitante, ricca di colori, suoni e visi sorridenti. Stiamo guardando al futuro in diversi settori, anche in quello del Mice”. Due nuovi hotel, a Belgrado e a Nis, la città di Costantino, sono stati appena inaugurati. Il Paese si sta ritagliando sempre maggiore spazio tra le mete turistiche europee. A.To.

Annarosa Toso

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us