EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Focus - Tecnologia

Philip Wolf: “Ecco il futuro”

20/01/2014 - numero Edizione 1430
Meno biglietti aerei e più nicchie, la via è quella dei trend. Il fondatore di PhocusWright spiega la sua visione dell’e-commerce
La terza via è quella giusta. A patto di specializzarsi e, se si vuole fare la Olta, lasciar perdere il trasporto aereo. Lo dice un esperto, Philip Wolf, il fondatore di PhocusWright, che su quale sarà il futuro dell’e-commerce ha una visione molto chiara: “Può crescere in tre modi. I primi due, puntando sullo sviluppo per aree geografiche oppure per settore (treni, bus, ecc), sono praticamente ‘over’.
Il modo giusto è il terzo, vale a dire per trend: prendiamo Tripadvisor o Hoteltonight, ad esempio, non lavorano su prodotti quanto su tendenze. Qui si devono concentrare le nuove aziende". Anche quelle italiane. Perché, spiega Wolf, "le imprese italiane devono rinnovarsi, specializzarsi, trovare la propria nicchia. E ascoltare i consigli giusti. Quando parlavo di online nel 1994 in tanti mi dicevano che non ci sarebbe stata la vendita web, due o tre invece ne erano convinti". Facile immaginare quale consiglio abbia scelto il manager...


Ma, naturalmente, la questione dei prodotti rimane fondamentale. Ormai è chiaro, ribadisce, cos’è che funziona di meno nelle Olta. L’esempio virtuoso è il colosso Priceline. Perchè ha successo? “Le cinque aziende che ne fanno parte (tra queste, Booking.com in Europa e Agoda in Asia,) non fanno soldi vendendo ticket aerei. Ecco dunque la prima cosa; sbarazzarsi dell'air. E, poi, ovviamente, a Priceline va anche il merito di gestire i brand ognuno in maniera indipendente e renderli competitivi".

Cambiano le vendite
D’altronde, la stessa PhocusWright lo aveva ribadito già qualche mese fa: sulle web agency degli Stati Uniti le prenotazioni aeree sono calate del 7% nel corso del 2013. Il motivo? Il successo sempre maggiore da parte delle compagnie aeree a condurre gli utenti a prenotare direttamente dai propri siti. Non che gli hotel non stiano facendo lo stesso, però, in questo caso sarebbe ancora forte il peso delle aggressive strategie di marketing messe in campo dalle Olta, oltre che il loro vantaggio nell'ambito dei booking da dispositivi mobili.

Deal sì, ma con smartphone
E visto che di mobile si fa un gran parlare, ecco un settore al quale farebbe un gran bene: quello dei deal. “Il dispositivo mobile ha tre cose fondamentali – dice Wolf -; sa chi sei, sa dove sei ed è geolocalizzato. Tariffe targettizzate in real time: ecco dove vedo, ancora, il potenziale di questo business”.

Mariangela Traficante

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us