EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Focus Nord Africa

La Tunisia rafforza su adv e operatori

18/04/2016 - numero Edizione 1502

Tunisair introduce commissioni extra per il trade e lancia un nuovo prodotto, 4 voli charter per i partner italiani per i tre mesi estivi

Il Nord Africa continua a rimanere sotto i riflettori del mercato e, in alcuni casi, della politica. Una situazione delicata che incide su più fronti. In ambito turistico pesa sui bilanci degli operatori, sui flussi in agenzia e sugli arrivi nei Paesi. Incide sulle programmazioni che, come sempre in questi casi, devono essere flessibili per permettere un rafforzamento su altre aree (il Mediterraneo con le consuete Spagna e Grecia) per cercare di recuperare i cali e su un’Italia che non può essere da meno. Il quadro attuale è questo e non è certamente nuovo per il settore. Tunisia, Egitto e Marocco sono i tre Paesi su cui ci soffermiamo per fare il punto della situazione. Partiamo dalla Tunisia. Nel 2015 gli italiani che hanno visitato il Paese sono stati circa 84.000. Alla domanda su quale sia lo stato attuale dei flussi dal nostro mercato, Dora Ellouze, direttrice per l’Italia dell’Ente nazionale tunisino per il turismo, afferma che si stanno registrando “segnali positivi sulla stagione 2016. Le mete predilette rimangono Djerba, Hammamet, Sousse, Monastir e Tunisi”. La recente proroga di tre mesi dello stato di emergenza nel Paese, decisa dal presidente della Repubblica tunisina sembra che non stia avendo ricadute sulla scelta della destinazione “poiché si tratta di una misura preventiva che non ha conseguenze sul normale svolgimento delle attività nel Paese - fa sapere la direttrice -. Anche per questo motivo il ministero degli Affari Esteri italiano non ha posto alcuna restrizione nei confronti del Paese, valutando la situazione sul territorio priva di reali pericoli”.

Gli investimenti in atto
Il Paese è molto attivo sul fronte degli investimenti. In particolare quelli per la promozione della destinazione nel mercato italiano “sono rimasti invariati rispetto allo scorso anno, proprio perché l’Italia è per noi un bacino chiave e intravediamo importanti segnali di ripresa”. In termini di iniziative il Governo tunisino ha creato una “collaborazione interministeriale per potenziare la sicurezza, attraverso un piano che prevede l’utilizzo di mezzi e strumenti di controllo negli aeroporti, nei luoghi pubblici e nelle località turistiche, al fine di garantire la massima tranquillità a turisti e cittadini”.
I t.o. che programmano la destinazione stanno mantenendo la programmazione “senza variazioni particolari rispetto agli anni passati”, afferma Ellouze. L’ente sta collaborando con gli operatori, potenziando le azioni promozionali “con iniziative mirate per le adv” e sta organizzando numerose iniziative pensate per valorizzare l’offerta turistica. Tra cui “prodotti e circuiti innovativi per portare in primo piano nuovi asset turistici del Paese, come la gastronomia e il turismo medicale”. Per quanto riguarda i charter, Tunisair “ha introdotto commissioni extra per incentivare le agenzie e creato un nuovo prodotto a disposizione dei t.o, 4 voli charter, offerti a tutti i partner italiani, che partiranno in estate dai maggiori aeroporti e che copriranno 3 mesi estivi”.

La voce del t.o.
Dal fronte dei t.o. abbiamo scelto Ed E’ Subito Viaggi per avere una testimonianza sul Paese. Il direttore Stefania Picari non nasconde che la destinazione stia vivendo  “un momento particolare, la richiesta è calata rispetto agli anni passati. E’ necessario che il mercato italiano recuperi gradualmente interesse, ma soprattutto fiducia". Il t.o. ha concluso accordi commerciali “con catene internazionali di hotel 4 e 5 stelle sulla costa tunisina, concentrando la programmazione su località del Centro-Nord come Tabarka, Hammamet e Mahdia. Venderemo i posti letto in allotment attraverso voli con modalità di vendita free-sale”.                           



Stefania Vicini

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us