EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Economia

GoOpti: a passo spedito lo sviluppo in Italia

02/05/2016 - numero Edizione 1503

Prosegue spedito lo sviluppo di GoOpti in Italia. La società internazionale specializzata sui trasferimenti da e per gli aeroporti, sbarcata nel nostro Paese a dicembre dell’anno passato e con sede a Verona, ha annunciato l’attivazione delle tratte per Udine, Pordenone, Ferrara, Brescia, Vicenza, Mantova, Reggio Emilia e Modena. Non è tutto: “Stiamo vagliando – anticipa il ceo e socio fondatore di GoOpti Tomaz Lorenzetti -, l’apertura di Trento e Bolzano entro l’estate. Abbiamo, inoltre, implementato di recente il ‘Pacchetto Super Sereno’, una garanzia sull’imprevisto”.
Pagando un supplemento calcolato in base alla distanza dallo scalo (in un range dai 4 euro entro i 60 km fino ai 14 euro per più di 300 km) e in caso di perdita del volo a causa del traffico o di cattive condizioni meteo, GoOpti “riacquisterà un biglietto aereo per la stessa destinazione e classe e, all’occorrenza, anche una sistemazione per la notte”, spiega il sito web della società. Nel caso in cui la compagnia cambi l’orario di partenza con almeno 48 ore di preavviso, GoOpti procurerà gratuitamente un nuovo trasferimento; il medesimo servizio è previsto anche per eventuale ritardo o deviazione del volo su altro aeroporto.
Quali i prossimi passi nello Stivale? “La previsione è di coprire il Nord-Ovest nel 2017 insieme a Emilia Romagna e Toscana – risponde Lorenzetti -. Dovremo capire nel 2018 dove e come approcciarci al mercato del Centro-Sud”. Tra i partner del trade GoOpti segnala gli aeroporti di Verona, Venezia e Bergamo, Emirates, Neos, Air Dolomiti, Pobeda, Meridiana e anche crocieristi “come Costa e Royal Caribbean”.

Sito b2c e b2b
La prenotazione del trasferimento è tramite sito responsive b2b e b2c (un sistema algoritmico riunisce sullo stesso veicolo tutti i passeggeri che viaggiano su una medesima tratta a orari simili) e al momento più che pensare a un’app si lavora “al miglioramento della piattaforma”. Buoni i risultati a oggi nel nostro Paese: “I passeggeri che ci hanno scelto – commenta il manager - sono stati oltre 5mila. Il target raggiunto è sia leisure, outgoing e incoming, sia business”, sottolinea. Oltre all’Italia GoOpti è presente in Slovenia, Croazia, Austria, Germania, Serbia, Slovacchia, Ungheria.
Tra i mercati di futuro sviluppo “Austria e Germania. Con gli occhi puntati su Polonia e Spagna”, conclude Lorenzetti.
 



Nicoletta Somma

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us