EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Speciale Medio raggio

Il Qatar guadagna terreno nel nostro Paese

11/07/2016 - numero Edizione 1508

Target prioritari per l’ente: famiglie, coppie e viaggi di nozze

Il Qatar sta riscuotendo interesse tra i viaggiatori tricolori: negli ultimi cinque anni ha registrato un incremento medio annuo di turisti italiani dell’11%, chiudendo il 2015 con circa 34.000 visitatori. “Una tendenza positiva che trova riscontro anche nelle ultime statistiche relative ai primi 5 mesi del 2016 - conferma Alessandra Bitetti, responsabile per l’Italia di Qatar Tourism Authority -, che segnano una crescita del 3% dal nostro Paese, 15.985 pax (su un totale di 1.276.328 viaggiatori internazionali, ndr), rispetto allo stesso periodo dell’anno passato. Nello specifico, la destinazione ha registrato incrementi nei mesi di gennaio, con un +12% e marzo, con un +9%, confermando la scelta del Qatar quale meta ideale per le vacanze invernali, ma anche per un short break primaverile in coincidenza con importanti eventi come la Doha Fashion Week, il MotoGp e il Qatar Food Festival”.
Quali prospettive per i mesi caldi? “L’outlook è positivo - risponde la manager - : in primavera abbiamo portato avanti un elevato numero di progetti di marketing rivolti sia al trade sia al consumatore per dare impulso alle prenotazioni estive. Chiaramente - prosegue - per questo periodo ci aspettiamo prevalentemente stop over di 2-3 notti, durante i quali i clienti possano sperimentare il mix inedito di modernità e tradizione, l’ospitalità di altissimo livello, le attrazioni culturali e artistiche di rilievo che la destinazione offre”.
I target prioritari al momento sono famiglie, coppie e viaggi di nozze, ai quali l’ente sta dedicando campagne digital ed eventi. Ma è essenziale anche il trade: “Tra le prime azioni messe in campo subito dopo il Qatar Day, tenutosi a febbraio come introduzione ufficiale dell’ente sul mercato italiano, - racconta Bitetti - abbiamo organizzato un fam trip con i principali t.o. e uno con gli agenti in collaborazione con Qatar Airways”. Non meno importante la formazione attraverso i webinar, e più di recente, con Tawash, il programma di e-learning per agenti di viaggi, gratuito e in lingua italiana. “In soli 6 mesi abbiamo già formato 150 operatori. Queste attività si affiancano agli accordi di co-marketing già siglati con Hotelplan e Viaggidea e quelli nella pipeline per il prossimo autunno, che vedranno la destinazione in primo piano attraverso incontri formativi e roadshow, fam trip, incentivazioni, eventi b2b2c, campagne digitali e radio”.

Si amplia la ricettività
Intanto la ricettività si amplia: durante l’anno passato il numero di camere disponibili è cresciuto del 30% (6.000 unità in più) grazie all’apertura di 20 nuove strutture. Attualmente sono 21.900 le camere totali in hotel e hotel-apartment, con una prevalenza del segmento 5 stelle (circa 10.000 camere in 36 proprietà). Nel 2015 il tasso di occupazione è stato al di sopra del 70%. Ma in vista degli importanti eventi che il Qatar si prepara ad accogliere, come i Mondiali di Calcio-Fifa World Cup 2022,  è previsto un aumento dell’offerta con la realizzazione di 56 hotel e di 13 edifici di hotel-apartment nei prossimi 5 anni, apportando così ulteriori 20.000 camere. Già quest’anno ne apriranno 20, incrementando l’offerta di camere di 4.000 unità.



Nicoletta Somma

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us