EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - NF16

Hotelplan Italia: “Al trade daremo validi argomenti di risposta”

19/09/2016 - numero Edizione 1509

Dopo l’acquisizione da parte di Eden, il mercato attende gli sviluppi

Interesse. Curiosità. Quando chiediamo a Luca Battifora, ceo Hotelplan Italia, quali siano stati i primi riscontri dal trade dopo l’operazione di acquisizione da parte di Eden Viaggi annunciata in piena estate, sono queste le due parole che il manager cita per prime.
“Abbiamo riscontrato anche alcune perplessità, non molte, ma è normale che ci siano – aggiunge -; daremo validi argomenti in risposta ai loro dubbi. Nel mondo dei fornitori, dove c’è più familiarità ad operazioni societarie, abbiamo riscontrato una reazione univoca di apprezzamento e grande interesse agli sviluppi potenziali dei nostri brand che potranno generarsi  grazie a questo progetto”.
Il 1° novembre, con l’inizio del nuovo esercizio fiscale, prende vita formalmente il nuovo assetto societario, ma già da ottobre, forse anche fine settembre, l’operatore presenterà le molte novità che sosterranno il progetto di sviluppo dei marchi Hotelplan e Turisanda, che partirà con la stagione 2016/17.

Continuità
“Il progetto di integrazione con Eden è maturato esattamente con l’obiettivo di far confluire Hotelplan Italia all’interno di un gruppo ai vertici del mercato italiano per sviluppare  un piano di crescita  dei marchi Hotelplan e Turisanda che, contrariamente, non saremmo stati in grado di fare: senza questa volontà e visione condivisa saremmo andati avanti da soli”. Battifora ricorda il sostegno avuto da parte della casamadre di Zurigo per arrivare a risanamento e riequilibrio, raggiunto nel 2015, e che l’idea di aprire la società a nuovi investitori “in grado di assicurare la realizzazione di un piano industriale ambizioso nel mercato italiano” è stata è presa “in totale accordo” con la Svizzera. Il manager assicura continuità su tutti i fronti: del brand, dello staff di Milano  e della filosofia stessa che ispira i marchi Hotelplan e Turisanda.

L’andamento dell’alta stagione
Veniamo ora al bilancio dell’estate, che ha visto protagoniste Maldive, Mauritius, Canada,  Usa, Estremo Oriente con Indonesia, Thailandia, Giappone e un ottimo ritorno alla crescita dell’Africa Australe. “Incoraggiante il risultato del Sud America che ci ha visti ritornare dopo alcuni anni di assenza – prosegue il manager -; mantengono i volumi dello scorso anno Australia ed Area Pacifico”. Meno bene sono andate le Seychelles, “sulle quali non siamo riusciti a ripetere l’ottimo risultato del 2015”, anche gli Emirati hanno avuto un andamento disomogeneo, ma sembrano in buon recupero per l’autunno. In negativo da citare l’Egitto: nessun segnale di recupero, neanche in altissima stagione, “e se la costa occidentale del Mar Rosso (Marsa Alam/Berenice) riesce a mantenere un minimo di domanda, sul resto della destinazione si registra una crisi profonda”.
Sul fronte dei target di clienti, la fascia altospendente è in constante crescita e non è influenzata particolarmente dal contesto esterno. I viaggi di nozze restano un ottimo segmento di mercato, “ma quest’anno abbiamo avuto alcuni casi di prenotazioni sotto data”.
Il segmento definibile “generalista occasionale” è quello più influenzato dal contesto di instabilità e “indubbiamente sono aumentate l’incertezza e la titubanza”, complice anche il costante confronto con prodotti online con i quali i t.o. sono spesso paragonati, in maniera che Luca Battifora ritiene “impropria”.

Novità in vista
Infine il futuro a breve e medio termine. La stagione 2016/17 porterà parecchie novità di prodotto. “Abbiamo iniziato a vendere l’inverno da maggio, oggi il portafoglio presenta confortanti crescite rispetto al pari periodo dello scorso anno su Maldive, Mauritius, Zanzibar e Stati Uniti per le partenze di dicembre, gennaio e febbraio 2017. Da alcune settimane riceviamo anche  le prime prenotazioni  per Australia Pacifico e Usa con partenze giugno – luglio 2017”. Quindi, conclude Battifora, “un andamento positivo ma niente di sorprendente, anche lo scorso anno in questo periodo registravamo un ottimo trend, sappiamo di dover lavorare sodo per mantenere la performance  nel tempo”.
 



Emanuela Comelli

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte