EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Paesi al microscopio - Russia e Europa dell’Est

Il turista culturale vince la partita

12/03/2018 - numero Edizione 1544

La Russia mette a segno un trend positivo e i t.o. investono 

La Russia vive un momento favorevole dal punto di vista dei flussi, con gli operatori che riscontrano un “trend in crescita” o costante, accompagnato da un “rinnovato interesse - si afferma da Caldana -, specie in abbinamento con le Repubbliche Baltiche che sono la vera novità di quell’area geografica degli ultimi due anni”. Il tour operator ha infatti inserito tour in esclusiva di 9 giorni che abbinano le Repubbliche Baltiche alla Russia.
Gli investimenti da parte dei t.o. vanno in più direzioni. Boscolo Tours, per esempio, ha aggiunto “molte date di partenza tra fine luglio e agosto per compensare il periodo di blocco vendita creato dai Mondiali di calcio (giugno e sino alla terza settimana di luglio)”. La mossa di Estland è puntare su “tante partenze garantite e sui viaggi sul Don”.
Nel caso di Metamondo il t.o. ha intensificato la programmazione in Siberia e dintorni, “dal Baikal alla Kamchatka e nel Nord della Russia, con le Isole Solovki, a 160 km dal Polo. Stiamo, inoltre, inserendo una gamma completa di hotel di lusso nelle principali destinazioni del territorio russo, sia per itinerari, sia per soggiorni e long weekend di charme, che prevedono, specie nei periodi dell’autunno e dell’inverno, anche pacchetti con Spa e benessere e servizi sempre di alto livello”. Per la Russia 2018 il t.o. ha ampliato le combinazioni di tour di gruppo su Mosca o San Pietroburgo anche da altri aeroporti e, “grazie alle scelte che, oltre ai voli di linea con altre compagnie, hanno permesso di ampliare la collaborazione con la compagnia russa S7 Airlines, il cui dinamismo sta continuando a creare una sinergia con la nostra programmazione. I voli diretti su San Pietroburgo da Verona e Pisa, e le partenze per Mosca da Roma, Torino, Catania, Olbia e Napoli permettono di aumentare notevolmente la proposta”.

Il viaggio che piace di più
Qual è la Russia oggi nelle scelte degli italiani? In casa Boscolo sono in crescita tutte le forme, “tour in bus con taglio prevalentemente culturale, i nostri express (tour su base individuale minimo 2 pax) che lasciano la clientela libera (pranzi e cene), ma offrono visite guidate in lingua italiana nell’ itinerario scelto e trasferimenti - spiegano dal t.o -. In aumento anche la richiesta individuale di soggiorni su misura, per questo abbiamo dedicato un nuovo ufficio apposito con personale esperto dedicato”. E’ la cultura la chiave di volta del Paese, nel senso che la Russia viene vissuta “soprattutto con i tour culturali con accompagnatore”, testimonia Caldana. In particolare piace “il classico tour Mosca e San Pietroburgo” rileva Estland.

L’identikit
Se si va a sondare quale sia il profilo del viaggiatore tipo che sceglie di fare una vacanza in Russia, si ha che in linea di massima stiamo parlando di una clientela interessata “agli aspetti culturali della destinazione - fa presente Boscolo Tours -, variano poi in base al prodotto scelto. Per esempio gli itinerari in bus hanno una clientela che vuole ottimizzare i tempi e vedere al meglio più cose possibili senza doversi preoccupare dei servizi ed avendo sempre a dispozione 24 ore la nostra accompagnatrice specializzata - si afferma dal t.o -. Express base 2 è per clienti più intraprendenti, ma che desiderano cumunque usufruire di pacchetti base a prezzi vantaggiosi”. Nel caso dei programmi individuali, siamo di fronte a clienti “che sanno già cosa vogliono e se lo fanno prenotare secondo le proprie esigenze”.
Caldana aggiunge qualche tassello in più, tracciando il profilo di un turista che è di livello “culturale medio-alto ed è un viaggiatore abbastanza esperto, amante dell’Europa”.
Un dato è certo: “Il classico turista culturale ha adesso soppiantato il turista ideologico che quasi non esiste più - afferma Estland-. Neppure per i 100 anni della Rivoluzione d’Ottobre dello scorso anno c’è stata la richiesta che ci saremmo aspettati”.   



Stefania Vicini

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us