EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Speciale Traghetti

Grandi alleanze nei mari

26/03/2018 - numero Edizione 1545
Maxi commessa in Cina per Onorato Armatori e Msc. La Sardegna la direttrice più redditizia

Come nei cieli, anche nei mari le alleanze rappresentano la via per competere efficientemente. Protagonista delle cronache marittime recenti per il sodalizio con Msc nella commessa di quattro navi in Cina (e altrettante in opzione), la Onorato Armatori persegue nell’alleanza con il gruppo di Gianluigi Aponte, nel tentativo di rinforzarsi nei confronti di Grimaldi Lines. Dei quattro traghetti “cinesi”, i più grandi mai costruiti “e con un livello di tecnologia e di comfort che costituiranno un nuovo punto di riferimento per il settore”, dichiara a Ship2shore.it Achille Onorato, amministratore delegato di Moby, due andranno a Grandi Navi Veloci (controllata da Msc) e le altre alla flotta degli armatori napoletani. Si tratta di unità da 2.500 passeggeri e oltre 3.700 metri lineari di carico rotabile, in consegna dal 2020, che lasciano intravedere un futuro di nuovi collegamenti. “Questo investimento – commenta Matteo Catani, amministratore delegato Gnv – realizza uno dei tasselli della strategia di crescita che i vertici della compagnia hanno definito con il Gruppo Msc e prosegue nel percorso di innovazione che ci ha portato a definire nuovi standard di riferimento per il settore ferry. La forte crescita di volumi e fatturato registrata nel corso degli ultimi anni, pone le basi per un’ulteriore estensione del network”.

Sardegna
Uniti nelle commesse e rivali nelle rotte ro-pax sulla Sardegna, le compagnie del Gruppo Onorato (Moby e Tirrenia) e Grandi Navi Veloci la fanno da padrone sulla direttrice più redditizia. Si calcoli che, secondo una stima di Traghettilines.it, una famiglia di due adulti, più un bambino con un’auto e la sistemazione in cabina, spende 800-850 euro per andata e ritorno nella Summer 2018. Con 5 milioni di passeggeri di traghetti nel 2017, i porti dell’isola hanno chiuso un altro anno positivo per un sistema di trasporti cruciale, in cui la battaglia commerciale è sempre accesa. Grimaldi Lines risponde con l’advanced booking fino al 30 aprile, promozioni e accordi. La compagnia partenopea ha rinnovato gli sconti al Consorzio Sardegna turismo e servizi, che riunisce 250 strutture ricettive per un totale di 40mila posti letto. Inoltre, da quest’anno le navi gemelle Cruise Bonaria e Mykonos Palace affiancheranno  la Cruise Olbia, già operativa sulla destinazione. Le due unità saranno sottoposte ad un profondo intervento di restyling per portarsi in linea con la qualità del mercato in questa parte di Mediterraneo vacanziero.

L’Elba apre la stagione
Chiuso il 2017 con quasi 600mila passeggeri trasportati complessivamente fra Elba e Sardegna (+29%), Blu Navy apre la stagione con l’isola toscana.
Le prime corse della nave Acciarello fra Portoferraio e Piombino sono previste il 23 marzo, il venerdì che precede il weekend pasquale. Seguirà la Sardegna, la Ichnusa tornerà a navigare nelle Bocche di Bonifacio, fra Santa Teresa di Gallura (Olbia Tempio) e Bonifacio (Corsica), il prossimo 16 aprile.
Entrambe le navi sono di proprietà della compagnia e in questi mesi sono state sottoposte a significativi interventi di rinnovamento.     

Rivalità associative

Da gennaio la storica associazione confindustriale Confitarma ha un’antagonista: Assarmatori che si propone come un polo di rappresentanza per l’industria marittima anche internazionale. Riunisce gruppi che operano oltre 600 navi per un’occupazione diretta di circa 70mila addetti.
Ne fanno parte le società armatoriali Ignazio Messina & C, Grandi Navi Veloci, Italia Marittima, Finaval (gruppo Fagioli), oltre a Fedarlinea, un’altra associazione che riunisce le più importanti compagnie attive nel settore del cabotaggio e dei collegamenti con le isole, fra cui Moby lines, Tirrenia, Snav, Delcomar, Maddalena lines, Toremar, e Caremar.



Paola Baldacci

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte