EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Focus- Ndc e Gds

Lufthansa e le scelte che cambiano il mercato

18/06/2018 - numero Edizione 1551

Protocollo Iata e Xml per incrementare i ricavi attraverso una migliore shopping experience

Lo ha ripetuto instancabilmente Steffen Weinstok, senior director sales Italy & Malta del Gruppo Lufthansa, presentando le Smart Offer  (tariffe con una riduzione di 20 euro sull’acquisto di ogni biglietto a/r - tariffa Light e Classic, su selezionate tratte point to point in Europa): “Il nostro obiettivo non è fare la guerra ai Gds o alle agenzie di viaggio. Il protocollo Ndc rappresenta la tecnologia Xml di cui abbiamo bisogno per competere con le low cost e dare ai clienti la shopping experience che cercano in tutti i settori commerciali. Amazon è un esempio lampante di come funziona oggi l’acquisto”.

Il volo è un prodotto
L’idea è quella di commercializzare un volo come un prodotto e il passo successivo sarà il dynamic pricing per inserire tutti i servizi che il gruppo è in grado di offrire al passeggero. “Non sarà un debundling totale – avverte Weinstock – ma in Europa sul point to point per salvarsi bisogna avere tariffe base e su queste creare una shopping experience”. Per competere con le low cost è necessario correre ai ripari senza dimenticare poi che tra un anno Google potrebbe decidere di entrare nella nostra indu-stry in modo pesante cambiandone le regole. Per essere presenti su tutti i canali il gruppo si è mosso con le “Api Ndc” e con gli aggregatori, “che oggi sono più di 35 certificati sulla nostra tecnologia e hanno accesso al contenuto/inventory della compagnia”, spiega Weinstock. Welcome ha compiuto la propria scelta sviluppando le proprie Api “e altri network in Italia ci stanno lavorando”.

La scelta di Welcome
“Con il Gruppo Lufthansa – commenta Adriano Apicella, a.d. Welcome Travel Group - produciamo oltre 60 milioni di euro di volume d’affari che pensiamo di incrementare anche grazie al protocollo Ndc. Abbiamo instau- rato questo tipo di collaborazione per essere tecnologicamente pronti a cogliere tutte le opportunità di mercato da offrire alle nostre agenzie”. E visto che è soltanto una questione di tempo, Welcome sta già lavorando allo sviluppo del protocollo con altre compagnie aeree. Sulle ripercussioni nel lavoro dei Gds Apicella afferma: “Dovranno necessariamente lavorare sul tracciato Ndc per mettere a disposizione delle agenzie sia il contenuto tradizionale sia quello del protocollo”. E sui riflessi in termini di ricavi, il manager sostiene: “Confidiamo nella crescita dei ricavi. Grazie a questo protocollo è possibile accedere a dei contenuti privati che possono incrementare le entrate delle nostre agenzie e renderle maggiormente competitive sul mercato”. Apicella sottolinea infine il ruolo del proprio motore di ricerca WELGo!: “L’investimento tecnologico che abbiamo effettuato è stato nell’ottica  di poter comparare tutte le migliori proposte presenti sul mercato, filtrare i risultati definendo un range di prezzo e facilitare così la ricerca all’agenzia”.

Premessa al cambiamento

In futuro i sistemi Lufthansa “.com” e Ndc non dipenderanno più dai 26 caratteri dell’alfabeto e “potremo reagire sull’offerta lavorando su 100 punti di prezzo – avverte Weinstok -. In questo momento c’è un filtro nel Gds (26 punti di prezzo) ma nei prossimi mesi questo fattore dovrebbe essere superato”.  



Paola Baldacci e Laura Dominici

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte