EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Speciale - Turismo Religioso

Programmazioni rafforzate

08/10/2018 - numero Edizione 1556

Gli operatori rafforzano le programmazioni per il 2019. Tra le loro proposte ci sono i grandi classici più ricchi in termini di partenze, c’è uno sguardo ai giovani con proposte tarate per questo target, c’è l’idea di combinare più santuari, attraversando tre Paesi ed anche scelte di un certo peso con l’apertura a nuove programmazioni.
Tra le carte messe sul piatto da Brevivet è previsto un incremento “delle partenze in pullman da diverse città e delle partenze garantite minimo 2 che hanno avuto un buon riscontro soprattutto nel trade”. Rusconi lavora alla programmazione 2019 con nuovi programmi e itinerari soprattutto per Israele. “Arricchiremo la nostra programmazione anche in Russia, Giordania e Albania”, fa sapere il t.o.
Una particolare novità del Catalogo 2019 dell’Opera Romana Pellegrinaggi per i gruppi è la proposta di una serie di itinerari “concepiti per i giovani e adeguati alle loro esigenze. Da un lato, sono state introdotte alcune scelte nel programma che privilegiano alcuni momenti di peregrinazione a piedi. Dall’altro, sono state fatte scelte sulle modalità di pernottamento, di trasporto locale o di altri servizi, che permettono un contenimento dei costi a favore di quote più adeguate ai giovani stessi”. Grande attenzione sarà riservata ai principali santuari mariani, in particolare Lourdes e Fatima. Tra le mosse dell’Orp rientra la volontà di venire incontro alla domanda di molti gruppi e pellegrini, “che desiderano essere accompagnati a Medjugorje. L’Orp si dichiara disponibile, su richiesta delle realtà ecclesiali interessate, ad organizzare tale itinerario, assicurando il suo impegno affinché tale esperienza possa essere vissuta come un pellegrinaggio in piena sintonia con le indicazioni della Chiesa”, annuncia Monsignor Remo Chiavarini, amministratore delegato di Opera Romana Pellegrinaggi. Infine, nel programma 2019 sono state inserite delle novità tra cui l’itinerario Terra Santa di 8 giorni, “che si svolgerà quest’anno con una particolare attenzione sul Vangelo di S. Luca che verrà letto nel prossimo anno liturgico”.
Confermate le novità introdotte nel 2018, con la visita a Magdala e Masada e due pernottamenti in hotel a Gerusalemme. “Altre novità sono i tre itinerari di 8 giorni in Terra Santa, dedicati alla spiritualità orientale e alla scoperta della storia biblica e della tradizione ebraica e ai Deserti dell’Esodo”.
Percorsi Religiosi e Culturali per il 2019 punterà su Polonia, Georgia, Uzbekistan e Terra Santa. “Abbiamo già ricevuto richieste per queste mete. La programmazione viene definita solitamente tra la metà di settembre e quella di novembre. Anche Lourdes rientrerà nelle nostre proposte  per l’anno nuovo”. Vi sarà anche una collaborazione con il Messaggero di Sant’Antonio per il lancio di una programmazione ad hoc con visite ai pittori trecenteschi, alla biblioteca e alla nuova mostra tridimensionale sulla vita di Sant’Antonio nella città di Padova. Tra i nuovi progetti c’è la partecipazione ad una fiera polacca per l’incoming in Italia e la realizzazione di un nuovo catalogo, coinvolgendo le agenzie italiane grazie ad un roadshow. La novità in casa Iot è la riproposta di un itinerario che racchiude tre santuari (Lourdes, Santiago e Fatima) in 8 giorni, combinando voli e trasferimenti in pullman. “E’ una proposta che soddisfa l’interesse di molti sacerdoti. Lo ripresentiamo sulla scia dei risultati ottenuti”. Ciò che manca ancora è la possibilità di proporre di nuovo l’itinerario dell’Esodo, che combina Egitto, Giordania e Israele.                               



Stefania Vicini

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte