EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Speciale - Centro e Sud America

In Brasile cresce il turismo

22/10/2018 - numero Edizione 1557

Visti e voli aiutano i numeri nel Paese

L’incertezza politica e le preoccupazioni sulla sicurezza non frenano i flussi turistici dall’estero in Brasile. Secondo il ministero del turismo del paese, il numero di turisti stranieri e la spesa turistica sono entrambi aumentati nel 2018. Fino a giugno il Brasile ha raggiunto 3,15 milioni di persone, con un aumento dell’8% rispetto ai primi sei mesi del 2017.
Un risultato significativo considerando che nel 2017  aveva chiuso l’anno con 6,6 milioni di turisti internazionali, il più grande nella storia del paese superando sia il 2016, durante i Giochi Olimpici di Rio, sia il 2014 durante la Coppa del Mondo Fifa.
Anche la spesa turistica internazionale è aumentata del 5,6% tra gennaio e giugno di quest’anno, rispetto allo stes-so periodo dello scorso anno, per un totale di 3,24 miliardi di dollari, rispetto ai 3,06 miliardi di dollari nel 2017. Un settore importante dell’economia che va valorizzato.
Un  importante impulso è stato dato anche dal nuovo visto elettronico, offerto ai visitatori di Stati Uniti, Canada, Australia e Giappone. Dal lancio del programma a febbraio 2018, le domande di visto negli Stati Uniti e in Canada sono aumentate di quasi il 50% rispetto allo scorso anno, mentre le domande di visto australiano e giapponese sono aumentate del 35 e del 23% rispettivamente.

Buone
le previsioni

Gli analisti prevedono anche una seconda metà positiva del 2018 nel settore turistico brasiliano,  grazie ancora all’aggiunta di ulteriori voli diretti internazionali verso il Brasile, grazie al recente accordo open sky con gli Stati Uniti. 
La compagnia aerea Latam ha annunciato di voler aggiungere nuovi voli diretti da / per San Paolo, Las Vegas e Boston. “I brasiliani sono principalmente nel sud della Florida e quella zona è già ab- bastanza ben coperta da noi. Dopo la Florida,  è l’area di Boston la più frequentata dai brasiliani, per arrivarci ora volano via Miami e New York”, ha detto Pablo Chiozza, vice presidente senior del gruppo Latam Airlines, spiegando i motivi per l’avvio del volo diretto tra San Paolo e Boston.
Nei giorni scorsi Latam ha anche rivelato che aumenteranno le frequenze di alcune rotte esistenti, per esempio tra San Paolo / Rio de Janeiro e Tel-Aviv, Lisbona, Parigi, Roma e Monaco.         



Alessandra Gesuelli

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte