EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Focus - Tecnologia

Ndc, ora il Level 4 per assistenza e grandi volumi di transazioni

21/01/2019 - numero Edizione 1561

Obiettivo ottenere almeno il 20% dei pax con un ticket emesso attraverso il nuovo standard

Con 65 aerolinee certificate e altrettanti provider tecnologici tra cui i tre Gds al massimo livello (il terzo) dello standard, Iata ha sancito che il 2018 è stato un grande anno per l’Ndc. Il punto a favore è che le aziende sono impegnate in tutta la catena di valore nello sviluppare il protocollo e integrarlo, comprese le travel management company e le Ota, nonché i metasearch. “Ognuno di loro ha intrapreso il percorso Ndc”, dice l’associazione che ora si avvia ad introdurre il 4° livello.
Dunque, mentre si avanza verso l'industrializzazione, con tutti i principali stakeholder coinvolti, Iata introduce la nuova certificazione per affrontare la fase di crescita dei volumi di biglietti emessi. Essa copre la gestione completa dell’offerta e degli ordini (Offer and order), includerà messaggi di assistenza aggiuntivi (cambi, ri-emissioni). A questo punto, il processo di candidatura è online e il 1° marzo il registro verrà aperto: qui appariranno, come di consueto, le aziende in corsa. Per le compagnie aeree viene aggiunta l’attestazione “Ndc@scale”: i criteri (in definizione) per dimostrare che esse e i loro fornitori It dispongono di una serie minima di abilità riconosciute, in grado di condurre importanti volumi di transazioni Ndc verso gli obiettivi del 2020, che spie-ghiamo più avanti.

I Gds
Per Sabre le imminenti modifiche del processo di certificazione rappresentano un passaggio importante dall’iniziale concentrazione sul processo di acquisto all’approfondimento su tutto quanto accade dopo, quando si gioca la partita dell’assistenza. “L'introduzione della designazione di livello 4 pone maggiore riferimento a quei requisiti critici al di fuori della fase di shopping iniziale, ad esempio le richieste quando cambiano i piani di viaggio. Il livello 4 fornirà una maggiore conferma della capacità di supportare il vero ciclo di vita del viaggio end-to-end”, commenta Marco Benincasa, regional director Italy, France & Iberia. “Il livello 4 introduce nuovi elementi attorno ai servizi e aggiunge le notifiche di modifica degli ordini, mentre Ndc@Scale valuterà come conseguiamo la visione per il 2020 – spiega Sandro Gargiulo, country manager di Travelport -. Le nuove certificazioni saranno introdotte il 1° marzo e stiamo già lavorando per assicurarci di ottenerle il prima possibile dopo il loro rilascio”.
Gabriele Rispoli, direttore commerciale di Amadeus Italia commenta: “Stiamo lavorando affinché nell’industry sia adottato un vero standard, implementato in modo uniforme, e tutte le parti abbiano a disposizione i requisiti minimi necessari per far funzionare Ndc nella pratica e su larga scala, perché questi sono i requisiti fondamentali. Ndc Level 4 e Ndc@Scale supportano entrambi queste esigenze. Il raggiungimento sarà indispensabile come base minima per la diffusione di massa di Ndc”.

21 leaderboard airlines
Il pannello delle compagnie che permetteranno il 20% dei biglietti effettuati con un’Api Ndc entro il 2020 è oggi composto da 21 unità (Iata lo definisce il gruppo “Leader-board”) e sono state scelte tra medie e grandi per garantire il 20% dei passeggeri trasportati globalmente, una massa critica necessaria a procedere con l’affermazione del nuovo protocollo. Le ventuno concordano in forma confidenziale con Iata il target da raggiungere, devono avere team dedicati all’obiettivo e trasmettere all’associazione i dati analitici delle transazioni.

Case studies
Tra i casi di attuazione più interessanti c’è Finnair, che sta offrendo l’opportunità sia alle agenzie di viaggio sia b2c di abbinare al biglietto aereo un’esperienza in Lapponia: un esempio di come un vettore diventa ‘venditore’ della destinazione grazie alla modalità di personalizzazione di Ndc. Skyscanner, invece, è il primo metasearch di voli ad essersi unito a Ndc Exchange, una piattaforma che consente la connettività Api tra compagnie aeree e venditori di viaggi, facilitando la vendita incrociata di servizi ausiliari tra vettori. Secondo alcune stime, attraverso la prenotazione diretta, le compagnie aeree convertono facilmente la navigazione alla prenotazione, con un incremento medio del 20% delle conversioni (diventa del 50% da dispositivi mobili) oltre a un aumento del 100% delle entrate accessorie.                    .
 



Paola Baldacci

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte