EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Focus

Enogastronomia e collegamenti per Puglia e Calabria

25/02/2019 - numero Edizione 1564
Cucina diffusa per il tacco e destagionalizzazione per la punta dello Stivale 
 

Proseguono le iniziative della Regione Puglia per spingere il trend di crescita dei flussi turistici. E se il suo successo si basa sul mix fatto di tradizione, autenticità e innovazione quest’anno la regione ha deciso di mettere ancora più in risalto la valenza del suo patrimonio enogastronomico, grazie anche alla collaborazione strategica di Roberta Garibaldi, docente dell’Università di Bergamo ed esperta del tema.
“La Puglia ha un grande potenziale, presentando una ampia varietà di esperienze diverse – ha affermato Garibaldi – in primis una cucina tipica diffusa. E’ la prima regione italiana per numero di aziende vitivinicole (49.596) e per numero di frantoi. Il 37% dei turisti italiani si è recato in visita ad un frantoio e il 69% ha dichiarato di volerlo visitare nel corso di uno dei suoi prossimi viaggi. Un potenziale da cavalcare, tanto più che la Puglia è la terza regione italiana preferita dai turisti enogastronomici, dopo Sicilia e Toscana”.
“La Puglia non delude le aspettative – ha riconfermato Luca Scandale, responsabile del Piano strategico Puglia365 – e questo è il senso della nuova campagna di comunicazione “La Puglia che non ti aspetti”, rivolta al mercato italiano e lanciata in Bit”. Scandale ha spiegato di voler puntare sempre più sui workshop e “nel 2019 il Buy Puglia Tour si svolgerà negli Stati Uniti, mercato che vogliamo “colpire” in modo particolare quest’anno, in attesa di un volo diretto New York-Bari”. Intanto Expedia ha spiegato che in base al proprio osservatorio, “più del 40% dei consumatori guarda alla gastronomia. Abbiamo deciso di mirare – ha annunciato Silvia Martinez, business development manager Europe di Expedia - alla generazione Z e sui millennial con il piano Puglia Travel Flavour, un progetto di partnership creativa pensato da Pugliapromozione ed Expedia”. Mettere in rete il patrimonio e trasmettere il senso del lifestyle pugliese è l’obiettivo dichiarato dall’assessore regionale al Turismo Loredana Capone.

Borghi e collegamenti per la Calabria
“I numeri del 2018 ci dicono che siamo sulla strada giusta e ci stimolano a fare ancora meglio”. Così il consigliere regionale della Calabria Michele Mirabello: “Destagionalizzare è da sempre uno dei nostri obiettivi. Dopo un triennio in crescita, i numeri ci danno ragione, a conferma che le strategie individuate dalla nostra gestione dell’Ente Regionale sono quelle giuste”.
Il presidente della regione, Mario Oliverio, ha ricordato gli sforzi per sviluppare il trasporto aereo e ha detto: “La Calabria sta delineando un modello di offerta turistica, frutto delle sue peculiarità, teso a intercettare un turismo di livello. I dati parlano chiaro: i nostri operatori del settore sanno raccogliere questa importante sfida ed entrare in sinergia per raggiungere lo sviluppo turistico che sinora era mancato”.
Riparte poi il Meeting Internazionale sulla Dieta Mediterranea, istituito nel 2018 a Nicotera, per tutelare e valorizzare quello che in Calabria è considerato uno dei giacimenti culturali di maggior valore, nonché segreto della longevità dei calabresi. L’appuntamento radunerà chef stellati, rappresentanti del mondo medico-scientifico, ospiti internazionali e il nuovo testimonial, lo chef anti-spreco Francesco Mazzei.
I collegamenti aerei nazionali ed internazionali sono passati da meno di 10 del 2014 agli attuali 48. Nella charteristica è stato ampliato il raggio di utenza grazie a voli intercontinentali. “Con bandi mirati – ha ricordato il governatore - stiamo favorendo il miglioramento dell’accoglienza dei nostri borghi”.           



Laura Dominici

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte