EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Focus

La Liguria rialza la testa: a Discover Italy l’appuntamento incoming

25/02/2019 - numero Edizione 1564
Torna il 29 marzo l’evento che fa incontrare domanda e offerta. Presenti Enit e Alitalia come compagnia aerea ufficiale; novità buyer overseas 
 

Abbiamo visto delle regioni combattive nel corso dell’ultima edizione di Bit, pronte ad usare l’innovazione e i propri punti di forza per conquistare ospiti. Particolarmente reattiva la Liguria, che ha più volte ribadito il concetto: “Siamo raggiungibili come prima”.
Di incoming si parlerà ancora e proprio nel Levante ligure, grazie al ritorno dell’appuntamento, il 29 marzo prossimo, con Discover Italy, l’evento che dal 1996 offre a seller e buyer la possibilità di incontrarsi durante una giornata di puro business.
La prossima edizione di Discover Italy si svolgerà per la terza volta in un luogo altamente suggestivo, l’ex Convento dell'Annunziata a Sestri Levante.
Si tratta di un workshop dedicato esclusivamente all'incoming Italia, che offre occasioni interessanti per far conoscere e promuovere le opportunità di viaggio e soggiorno a selezionati hosted buyer. Dalle 9 alle 19 saranno dieci ore dedicate al match tra domanda e offerta. Al di là del tradizionale momento di networking, si segnala quest’anno la new entry di Alitalia in veste di “compagnia aerea ufficiale”, una presentazione dell’Enit a tutti i buyer presenti riferita ai programmi futuri della destinazione Italia, oltre alla presenza di buyer overseas.
Nel 2018 i seller partecipanti sono aumentati del 35% e i buyer del 25%, sono stati prefissati 1.500 appuntamenti tra buyer e seller lo scorso anno e altrettanti ne saranno previsti per la prossima edizione.

La ripartenza della Liguria
Dopo aver festeggiato il successo di immagine e di promozione in occasione del Festival della canzone italiana, la Regione Liguria ha in programma una massiccia presenza alle prossime fiere di settore. L'obiettivo è quello di essere in prima linea per il rilancio della destinazione.
"A fronte delle avversità, tra il ponte Morandi e le mareggiate - ricorda Pier Paolo Sampellegrini, commissario di Agenzia In Liguria - è stato raddoppiato il budget a disposizione per la promozione". La risposta è stata forte, sia con la presenza nelle principali piazze europee, che "attraverso attività di marketing - annuncia il commissario - con i prodotti liguri di eccellenza che fanno fatica ad arrivare nella Gdo".
"Vogliamo trasmettere il messaggio che la Liguria è raggiungibile come prima - rimarca l'assessore regionale al Turismo Gianni Berrino - sia a livello aeroportuale che autostradale. Da fine aprile Portofino sarà raggiungibile. Intanto Discover Italy avrà un ruolo ancora più forte che in passato, perché tenendosi proprio nel Levante, dimostreremo che si può tornare a fare vacanza e che il mondo dell’accoglienza è pronto. Ora puntiamo poi, in termini di promozione generale, su un passaggio in più, sul mare verde della nostra regione, l'entroterra che fa da contorno alla costa".
"La nostra forza - ha commentato Giovanni Toti, governatore della Liguria - sono gli operatori che devono costruire un'offerta appetibile. Dopo 6 mesi difficili ci siamo rimboccati le maniche per ripristinare i servizi e renderli anche migliori. Abbiamo bisogno di uno sforzo eccezionale e per questo da marzo lanceremo una campagna di immagine negli aeroporti italiani e stranieri. Continueremo sulla strada dell'integrazione turistica e sul fronte infrastrutturale in 3-4 anni agiremo su ferrovie, ponti, strade e avremo il terzo valico".   



a cura della redazione

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte