EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Focus Egitto

Astoi: “Si ritorna ai volumi pre-crisi”

18/03/2019 - numero Edizione 1566

Non può più essere considerata una meta cheap e per le prenotazioni si anticipano i tempi

Tutti gli operatori Astoi Confindustria Viaggi che programmano l’Egitto vedono una forte ripresa della domanda, cha fa presagire che il 2019 sarà l’anno della rinascita della destinazione. “Chi confeziona e commercializza tour e crociere sul Nilo – commenta l’associazione - sta registrando una ripresa leggermente più timida, ma chi pro- pone soggiorni balneari in Mar Rosso ha senz'altro un termometro che segna incrementi importanti: la villaggistica con- solidata cresce a percentuali molto alte, superando i già ottimi risultati del 2018. Se questi dati rimarranno tali, porteranno sulla destinazione volumi pre-crisi”. Per gli operatori che selezionano strutture al mare come generalisti, hanno avuto modo di verificare i diversi atteggiamenti degli imprenditori egiziani durante la crisi: “C’è chi ha trascurato le infrastrutture e chi invece ha approfittato delle basse occupazioni per investire e innovare – spiega Astoi -. In tale ultimo caso, i proprietari delle strutture hanno alzato lo standard ed ora sul  mercato italiano si trovano anche proposte di pacchetti con un prezzo più allineato all'effettiva qualità dei servizi offerti, dunque non più solo low cost”.

Gli effetti sul mercato
La ripresa della destinazione non ha per ora danneggiato le altre mete, ad eccezione delle Canarie, che hanno purtroppo registrato un calo, a detta di Astoi. “Anzi – sottolinea - è stato in un certo senso trainante: l’interesse del consumatore si è esteso anche a destinazioni vicine come Israele e Giordania”. Gli operatori Astoi specializzati nel turismo culturale sono poi tornati a riproporre l'Egitto classico, quindi Alessandria, le crociere sul Nilo con Luxor e Assuan. Hanno aggiunto le navigazioni sul lago Nasser e la possibilità di navigazione a bordo di feluche e piccole imbarcazioni d’epoca. Hanno migliorato l’offerta innalzando il livello di hotel e navi. Dal canto loro i tour operator specializzati nei soggiorni mare, a Sharm El Sheikh, Hurghada,  Marsa Alam e Marsa Matrouh, credono nella destinazione e hanno deciso di potenziare gli investimenti. Ci sono nuove aperture, maggiori allotment nei resort e sui voli, contratti in esclusiva. Da notare anche un maggiore orientamento ai diversi target: strutture per giovani, per famiglie, adults only. “In generale – osserva Astoi - è emersa una maggiore attenzione a livello dei servizi e rispetto alla qualità dell’esperienza. I clienti non richiedono solo proposte low budget, ma strutture e servizi di più alto livello e qualità; albergatori e tour operator hanno lavorato insieme per soddisfare queste richieste già a partire dalla primavera 2019”. Altro comportamento rilevato è la tendenza a prenotare il Mar Rosso con anticipo maggiore rispetto al passato. Il Mar Rosso, in particolare, è sempre stata una destinazione prenotata abbastanza a ridosso della partenza, mentre da quest’anno si rileva un forte anticipo nel timing delle prenotazioni, che si avvicina quasi alle tempistiche normalmente previste sulle altre mete. “L’Egitto è sempre stata una destinazione di punta del turismo organizzato – conclude il presidente Astoi Nardo Filippetti - che ha premiato l’intera filiera albergatori-operatori-vettori-agenzie di viaggi mentre, per i viaggiatori, ha rappresentato una meta insostituibile e dall'altissimo livello di gradimento,  tanto da registrare co- stantemente alte percentuali di repeater. La crisi che ha investito il Paese è stata un danno economico nazionale e internazionale. Nessuna meta ne ha soppiantato il successo perché le caratteristiche sono uniche. La tenuta della destinazione sarà legata al mantenimento di prezzi equilibrati, ma in linea con i nuovi e più elevati standard raggiunti; l'Egitto non può più essere considerata solo una meta cheap. Siamo soddisfatti della ripresa avvertita da tutti i nostri associati e ci auguriamo che il trend prosegua fino a superare i risultati raggiunti in passato”.          



Laura Dominici

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte