EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Zoom - Mare Italia e Sardegna

Notizie dagli operatori

10/06/2019 - numero Edizione 1572

I piani futuri di Smeralda Holding

Ricavi a 103 mln di euro, in costante progresso, dagli 82 del 2015 agli 87 del 2016 fino ai 100 nel 2017, e un Ebitda pari a 32 mln di euro, che si è confermato oltre il 30%. Si tratta dei risultati del 2018 targati Smeralda Holding, società controllata dal fondo sovrano Qatar Investment Authority. “Due anni fa abbiamo iniziato un riposizionamento dell’azienda e della Costa Smeralda in modo da attirare i giovani, allungare la stagionalità e diversificare l’offerta – ha affermato il ceo Mario Ferraro -; abbiamo ampliato una strategia di gestione della destinazione con un calendario di eventi ridefinito, con l’offerta ristorativa, nuove attività e la riqualificazione degli alberghi, introducendo le prime componenti di wellness nelle strutture e sviluppando una strategia per le famiglie. Nel 2018 abbiamo implementato le attività, iniziato la diversificazione dell’offerta ristorativa, aperto il Nikki Beach Club e il Cala Beach Club. Si inizia – ha proseguito il ceo – a intravedere il nuovo volto della Costa Smeralda: l’Hotel Cala di Volpe ha visto la ristrutturazione delle aree comuni e delle prime 10 camere, l’apertura del ristorante Matshuisa e in inverno si avrà l’inaugurazione di una nuova spa in collaborazione con Shiseido, il Romazzino ha avuto un restyling completo dell’ingresso e della spa e ha visto l’inaugurazione del primo kids club. Aprirà, invece, il prossimo inverno quello dell’Hotel Cala di Volpe”. Veste rinnovata anche per gli storici locali che si affacciano sulla piazzetta di Porto Cervo (il bar Portico e il ristorante La Pergola). Nei prossimi tre anni il gruppo prevede di completare il piano di investimenti quinquennale di 120 milioni di euro con le ristrutturazioni dell’Hotel Cervo, del Pitrizza, del Romazzino, del Tennis Club e del Pevero Golf. Intanto si è allungata la stagionalità e i risultati derivano “dal buon andamento del settore alberghiero e dalla diversificazione dell’offerta”. Il Pitrizza è destinato “a chi vuole riservatezza, il Cala di Volpe è il più mondano, l’Hotel Cervo è adatto a chi preferisce lo shopping al mare o è di passaggio in Costa Smeralda e il Romazzino si rivolge prevalentemente alle famiglie”.
L’occupazione “da 4 anni in crescita, è dell’85% a giugno e settembre, del 95% in luglio e agosto e del 60% in maggio e ottobre. In 4 anni si è allungata la stagionalità di 45 giorni”. “Abbiamo clientela internazionale con un bel mix”. “Nei prossimi tre inverni è prevista la ristrutturazione di tutti e quattro i nostri alberghi per arrivare nel 2023 anche a un rebranding. Abbiamo già oggi iniziato una selezione dei brand potenziali. Il gruppo Marriott sarà parte della gara”. E sulle voci che il Qatar sia pronto a sfilarsi dalla partecipazione? “Qatar Investment Authority ha approvato il piano quinquennale di investimenti. Non mi sembra il comportamento di un investitore che vuole di-sinvestire. E’ normale che un fondo sovrano faccia valutazioni, ma ciò non significa che voglia sfilarsi”.                    

Appuntamento con MeetForum

Il b2b della travel industry si incontrerà il 5 e 6 ottobre in Sardegna, in occasione del MeetForum 2019, “laboratorio di cambiamento” dal taglio multidisciplinare che abbraccia temi sistemici irrisolti, criticità del comparto e aspetti finanziari del business mettendo insieme pubbliche amministrazioni, operatori, compagnie di trasporto, stake-holder, ricercatori e intermediari finanziari.

L’evento
“Il MeetForum - spiega Massimiliano Cossu, amministratore delegato di Portale Sardegna, online travel agency cui va il merito della creazione dell’appuntamento annuale avviato nel 2016 - è rivolto a favorire il bench-mark tra le destinazioni. Il nostro obiettivo è portare gli esperti intorno a un tavolo per tracciare una roadmap favorendo il b2b in un ambiente friendly come Forte Village, da quest’anno non solamente ospite ma anche partner dell’evento. Altra novità di quest'anno è la partnership scientifica con Bto educational mentre la segreteria organizzativa è affidata a Fa Travel. Main sponsor è Unicredit, anche in Sardegna impegnato nell’agevolazione dell'impresa turistica”.

La totale
destagionalizzazione

“Portale Sardegna, quotata su Aim Italia alla Borsa di Milano, è una ota specializzata sull’incoming. Curiamo ogni aspetto della vacanza rendendola taylor made e operiamo in tutti i segmenti, dalle famiglie al lusso, con i siti Charming. I nostri obiettivi non sono solo balneari ma di totale destagionalizzazione.
Nuovi turismi per nuove stagioni è il tema di OpenVoucher, che ha consentito la digitalizzazione degli attrattori. Un nostro altro fiore all'occhiello è Sardinia Long Stay Winter, un progetto che si rivolge a quei sessanta milioni di turisti che trascorrono l’inverno in località sul Mediterraneo”.                             



A cura della redazione

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte