EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Incoming

Marche, 4 attrattori

24/02/2020 - numero Edizione 1587

Più promozione e comunicazione

Sono quattro gli attrattori 2020 delle Marche. Il primo è il riconoscimento di Lonely Planet, che ha nominato la regione Best in Travel 2020 al secondo posto nella top ten e unica destinazione italiana in classifica. “Una scommessa aperta”, commenta Raimondo Orsetti, dirigente Regione Marche. Il secondo attrattore è Raffaello Sanzio, di cui ricorre il 500 anniversario della morte, “l’artista diventa ambasciatore delle Marche e filo conduttore su cui sviluppare la promozione sui mercati esteri”. Il terzo è la campagna sul turismo outdoor e bike che prevede la realizzazione di “900 chilometri di piste ciclabili in tutte le Marche per circa 50 milioni di euro ed oltre 400 chilometri già realizzati”. Testimonial è il campione del ciclismo mondiale Vincenzo Nibali. Quarto punto è il Giubileo Lauretano in occasione del centenario della proclamazione della Vergine Lauretana, per rilanciare il turismo religioso. “Temi cardine su cui costruire la promozione. Il 2019 – osserva Orsetti – è stato un anno di grande lavoro durante il quale è stato fatto un salto nella qualità del sistema turistico regionale per renderlo competitivo, attrezzato e migliorare lo standard di accoglienza”. Secondo quanto annunciato da Moreno Pieroni, assessore regionale al Turismo e Cultura, “il progetto a medio termine è investire sempre più in promozione e comunicazione. Abbiamo previsto 167 milioni per i prossimi 5 anni, una mole di risorse mai impiegata prima per il turismo, siamo determinati a fare di questo segmento trasversale dell’economia il secondo motore di sviluppo, economico e occupazionale”.
Tra gli interventi è stato realizzato un forte investimento sul brand Marche in modo che fosse maggiormente conosciuto. “Fino a qualche anno fa si parlava genericamente della destinazione ora ci sono dodici cluster tematici”, osserva Orsetti. Tra le mosse la riqualificazione delle strutture alberghiere, a cui sono stati destinati 30 mln, parte di un investimento maggiore che prevede 40 milioni dal fronte privato. “Sui 180 km di costa è stato messo il wi-fi gratuito, per un investimento di circa 2 milioni”. Focus anche sui collegamenti aerei, “da Ancona verso mete europee, stiamo puntando sui voli di linea”, annuncia Orsetti. La Germania resta il mercato storico, sul fronte domestico i bacini principali sono Lombardia, Emilia Romagna e Lazio. In termini di incidenza il mercato straniero rappresenta il 25%, “paga, infatti, il problema dei collegamenti aerei, a cui stiamo fornendo rimedio”. Il 2019 ha messo a segno un +6% di arrivi e un +5,40% di presenze. Il 2020? “Dovrebbe essere un anno buono, sulla base dei riscontri degli operatori”.       

 



Stefania Vicini

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us